Dopo la sfortunata sconfitta della scorsa settimana contro la Roma, la Sampdoria Women rialza la testa con orgoglio contro l’Hellas Verona. Le reti di una superlativa Yoreli Rincón e di capitan Tarenzi hanno infatti regalato alle blucerchiate tre punti fondamentali per mantenere un posto sicuro a metà classifica. Il goal del 2 – 1 della gialloblù Lineth Cedeno durante la ripresa non basta alle veronesi per riagganciare le avversarie e ribaltare il risultato.

Una delle migliori in campo è stata sicuramente il numero 10 della Samp, artefice del vantaggio blucerchiato al 35′ con un destro a giro delizioso, nonché più volte vicina alla doppietta. La prima chiara occasione della partita capita proprio alla colombiana che, dopo appena sette minuti di gioco, si vede negare la gioia del goal dalla traversa. L’Hellas prova subito a spezzare sul nascere l’impeto delle avversarie, trovando perfino l’1 – 0 al 25′ con Rognoni.

Il direttore di gara annulla però la rete alla giocatrice gialloblù a causa di un fallo commesso nell’anticipo su una calciatrice avversaria dopo la respinta di Tampieri. In seguito al vantaggio siglato da Rincón, il Verona sembra aver accusato il colpo, non riuscendo a trovare il pareggio prima della fine del primo tempo regolamentare.

Tornati in campo dopo l’intervallo, la squadra di mister Cincotta sfiora il 2 – 0 su una punizione velenosa del numero 10 colombiano. L’estremo difensore dell’Hellas, però, si fa trovare pronta e salva le compagne. Due minuti più tardi, al 58′, il tanto desiderato raddoppio della Samp arriva. Michela Giordano serve l’assist a Tarenzi che, dopo aver lasciato sul posto Aurora De Sanctis, batte Keizer e fa scattare in piedi tutta la panchina blucerchiata.

La partita sembra chiusa ma, appena un minuto più tardi, la formazione veneta reagisce immediatamente trovando il 2 – 1 con un gran goal di Lineth Cedeno favorito dalla disattenzione di Bursi. Le leonesse blucerchiate, però, tengono botta e, con coraggio e spirito di sacrificio, riescono a portare a casa 3 punti importantissimi contro un avversario insidioso e tenace a cui spetta, di diritto, l’onore delle armi.

La vittoria contro l’Hellas permette alla Samp di mantenersi a +3 in classifica rispetto al Pomigliano, accorciando anche la distanza rispetto all’Inter, a soli 6 punti in più dopo il 2 – 2 in extremis contro il Sassuolo. Un ottimo modo dunque per concludere il girone di andata di questa Serie A, con 5 vittorie, 1 pareggio, 5 sconfitte ed un ottimo sesto posto. Il prossimo ed ultimo impegno del 2021 sarà quello di domenica prossima alle 14:30 contro il Ravenna Women, match di Coppa Italia in cui le blucerchiate si giocheranno il passaggio del turno.


TABELLINO

HELLAS VERONA (1)

30 Fanny Keizer, 3 Michela Ledri (Capitano), 5 Aurora De Sanctis (sostituita da Oliva al 67′), 7 Rossella Sardu, 17 Veronica Pasini (sostituita da Anghileri al 50′), 19 Lineth Cedeno (goal), 22 Anna Catelli (sostituita da Nilsson al 79′), 23 Alessia Rognoni, 25 Caterina Ambrosi (Vicecapitano), 27 Irene Lotti, 60 Mihaela Horvat

A DISPOSIZIONE

1 Alessia Gritti, 4 Emma Errico, 10 Jonna Dahlberg, 11 Sara Nilsson (subentrata), 13 Eleonora Oliva (subentrata), 15 Gaia Rizzioli, 18 Federica Anghileri (subentrata), 26 Giulia Mancuso, 29 Francesca Quazzico

ALLENATORE: Matteo Pachera

SAMPDORIA WOMEN (2)

1 Amanda Tampieri, 6 Florin Wagner, 40 Bianca Fallico, 33 Debora Novellino, 30 Veronica Battelani, 27 Stefania Tarenzi (Capitano – goal), 14 Giulia Bursi, 67 Michela Giordano, 4 Anna Emilia Auvinen (Vicecapitano), 10 Yoreli Rincón (goal), 20 Ana Lucia Martínez (sostituita da Seghir al 46′, sostituita a sua volta da Helmvall al 90′)

A DISPOSIZIONE

32 Selena Delia Babb, 11 Ana Emelie Helmvall (subentrata), 3 Paola Boglioni, 55 Cristina Carp, 13 Sabah Seghir (subentrata), 7 Kristin Carrer, 99 Emma Brunelli, 17 Letizia Musolino, 19 Alice Berti

ALLENATORE: Antonio Cincotta

ARBITRO: Mario Perri (Sezione Roma 1)

ASSISTENTI: Riccardo Vitali (Brescia) e Davide Conti (Seregno)

QUARTO UFFICIALE: Arianna Bazzo (Bolzano)

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.