Derby agrodolce per il Milan. Da una parte la grande gioia per la larga e importante vittoria per 3-0 grazie ai gol di Thomas, Boureille e Tucceri Cimini, riscattando anche il ko dell’andata, dall’altra l’amarezza per la certezza di non poter più sperare nella qualificazione in Champions League, complice il successo della Roma che ha blindato il secondo posto. Le rossonere hanno dominato, mettendoci cuore e fame, giocando una prestazione di notevole livello in termini di squadra, forza e qualità. Un primo tempo più accorto, una ripresa scatenata: risultato rotondo, bello e meritato.

Per Thomas il traguardo della doppia cifra per la prima volta in Serie A, per Boureille – quale occasione più speciale – la prima rete in maglia milanista, per Tucceri Cimini un assist e una punizione delle sue. La 21ª è stata una giornata di verdetti: dalla Juventus ufficialmente campione d’Italia per la quinta volta consecutiva alle ragazze di Ganz matematicamente terze, ora a quota 46 punti in classifica. E proprio al Vismara il Diavolo aspetterà le bianconere, nell’ultimo atto in programma il prossimo weekend, per cercare di finire al meglio una stagione faticosa e comunque positiva. Prima dei bilanci, però, rimane ancora una gara.

LA CRONACA
Torna Codina, titolare come Thrige. Traguardo importante per Fusetti: è la prima giocatrice a festeggiare le 100 presenze in rossonero. Le opportunità iniziali capitano a Bergamaschi: al 3′, servita da Thomas, viene anticipata sottoporta; all’11’, imbeccata da Árnadóttir, colpisce imprecisa di testa. Il miglior avvio del Milan riceve anche il premio del gol al 17′ dopo una grande regia: bel lancio di Adami, ottimo cross di Guagni e perfetta incornata di Thomas. Dalle nerazzurre non arriva mai una vera e concreta reazione, anche se fino al riposo si registrano tentativi degni di nota solo da parte loro: al 26′ e al 32′ tiri di Simonetti, in mezzo di Pandini, però Giuliani è sempre attenta. Da registrare poi un doppio cambio forzato: sia Árnadóttir che Codina lasciano il campo per infortunio. Lotta sì, emozioni meno: si va così al riposo.

Nella ripresa le rossonere partono a mille e si scatenano. Al 49′ arriva il raddoppio firmato da Boureille, tempestiva a svettare in piena area e deviare in rete il calcio d’angolo battuto da Tucceri Cimini. Passa qualche secondo e la stessa Celeste va a un passo dalla doppietta, negata dall’incrocio dei pali. Al 58′ Piemonte manda alto e al 60′ Tucceri Cimini cala il tris: punizione dal limite, mancino morbido a scavalcare la barriera e lasciare immobile Durante. Una sentenza. Dopo i festeggiamenti l’uragano milanista molla la presa, lasciando qualche spazio all’Inter: all’82’ e nel recupero Marinelli non inquadra di poco lo specchio, all’88’ miracolo di Giuliani su Nchout quasi a botta sicura. Il Diavolo accarezza il poker quando Durante dice di no a Thomas e Longo viene rimpallato. Triplice fischio.

IL TABELLINO

INTER-MILAN 0-3

INTER (4-3-3): Durante; Sønstevold, Kathellen, Alborghetti, Merlo (8’st Landström); Simonetti (1’st Brustia), Karchouni (27’st Regazzoli), Csiszàr; Nchout, Bonetti (18’st Polli), Pandini (18’st Marinelli). A disp.: Girardi; Kristjánsdóttir; Santi; Portales. All.: Guarino.

MILAN (3-4-3): Giuliani; Codina (40′ Tucceri Cimini), Fusetti, Árnadóttir (Agard); Guagni, Adami, Boureille, Thrige; Thomas, Piemonte, Bergamaschi. A disp.: Babb, Cazzioli; Jane; Cortesi, Longo, Miotto, Stapelfeldt. All.: Ganz.

Arbitro: Di Graci di Como.
Gol: 17′ Thomas (M), 4’st Boureille (M), 15’st Tucceri Cimini (M).
Ammonite: 37′ Simonetti (I), 33’st Jane (M).

Credit Photo: AC Milan

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here