Nell’attesa che lo sport italiano possa riprendere al più presto l’attività agonistica, analizziamo la stagione 2019/20 dell’Inter, il quale, nonostante abbia dalla sua parte il valore del nome e della sua storia rappresenta una garanzia per il calcio, è all’esordio assoluto in Serie A, poiché l’anno precedente ha vinto nettamente la cadetteria, e quindi, come lecito ci si aspetti da una neopromossa, la squadra è stata costruita per rimanere nella massima serie, per poi diventare negli anni successivi una squadra di vertice.

Alla corte del presidente Zhang sono arrivate le nazionali Chiara Marchitelli, Roberta Aprile, Francesca Quazzico, Lisa Alborghetti e Stefania Tarenzi, il ritorno nel nostro paese di Eleonora Goldoni, e dall’estero la finalndese Anna Auvinen, la ceca Eva Bartoňová e la francese Julia Debever. A gennaio sono giunte nella sponda nerazzurra di Milano la calciatrice finnica Lydia Nyman e la colombiana Yoreli Rincón.

Le ragazze di Attilio Sorbi, che a luglio dello scorso anno ha preso il posto di De La Fuente (passato dirigere la Primavera nerazzurra), hanno vissuto una stagione fatto di saliscendi: il pari  giunto contro l’Hellas Verona allo scadere nel battesimo di campionato, il primo storico successo in Serie A maturato in casa contro il l’Empoli, i derby della Madonnina che ha visto, purtroppo per le nerazzurre, le vittorie del Milan, la prima vittoria casalinga interista ottenuta contro l’Orobica, ma si sono registrate anche le tre botte pesanti ricevute per mano della Roma e Fiorentina all’andata, e della Juventus nel girone di ritorno.

Possiamo dire tranquillamente che l’Inter può e deve restare in Serie A, ma dovrà cominciare a pensare a qualcosa che vada ben oltre di una salvezza, e pian piano questi grandi obiettivi le nerazzurre, e in particolar modo con questo gruppo, possono centrarlo senza problemi.

POSIZIONE IN CLASSIFICA
8a.

PUNTI ATTUALI
19 (9 in casa e 10 in trasferta).

RISULTATI
5 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte.

GOL FATTI
20 (11 in casa e 9 in trasferta).

GOL SUBITI
27 (14 in casa e 13 in trasferta).

MIGLIOR TOP SCORER
Gloria Marinelli (6 reti).

GIOCATRICI CON PIU’ PRESENZE
Lisa Alborghetti, Anna Emilia Auvinen, Gloria Marinelli (16).

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.