Lo sport premia sempre i sacrifici e lo storico traguardo raggiunto dalle blucerchiate ne è stata l’ennesima dimostrazione. Il duro lavoro, l’instancabile entusiasmo e la grande coesione dello spogliatoio sono stati solo alcuni degli aspetti che hanno portato a questo risultato. Considerate le premesse iniziali di una squadra nata appena quest’estate ed il percorso compiuto nel corso della stagione, è giusto considerare il goal vittoria di Spinelli come il giusto coronamento di una crescita esponenziale che non si fermerà di certo qui!

Blucerchiate pericolose sin dai primi minuti di gioco, con il portiere del Napoli messo in seria difficoltà dalle occasioni di Tarenzi, Rincón e Čonč. La spinta delle leonesse di mister Cincotta viene subito premiata e al 9’ Giorgia Spinelli si avventa come un falco su una ribattuta imprecisa dell’estremo difensore partenopeo e insacca la rete del vantaggio.

Le padroni di casa non sembrano accontentarsi del risultato e vanno vicinissime al raddoppio in molteplici occasioni. Dapprima Rincón chiama in causa la Baldi con un ottimo tiro al volo dalla distanza, poi capitan Tarenzi si vede negare la gioia del goal da un vero e proprio miracolo del portiere partenopeo su un suo colpo di testa a dir poco perfetto.

Il primo tempo termina 1-0 per le blucerchiate, in apprensione per l’infortunio rimediato da Yoreli Rincón a pochi minuti dall’intervallo. La seconda frazione di gioco vede un Napoli più determinato che prova a rendersi pericoloso. Amanda Tampieri, però, si fa trovare pronta in ogni occasione, alzando un muro invalicabile davanti alla porta doriana. Il brivido più grande per la formazione di mister Cincotta arriva nei minuti finali, con Tui che non riesce nel tap-in vincente che avrebbe beffato le avversarie.

La sfida più attesa finisce dunque così, con una vittoria di misura che regala alla Sampdoria Women una salvezza meritatissima. Indescrivibile la gioia di tutta la panchina, esplosa in un’emozionante invasione di campo subito dopo il triplice fischio del direttore di gara. Con 28 punti totalizzati, 24 goal segnati e 26 subiti in 18 giornate, le blucerchiate entrano dunque nella storia della Serie A femminile, riuscendo in un’impresa che in molti consideravano quasi impossibile ad inizio stagione.

Grande merito di questo traguardo va doverosamente attribuito, oltre a ciascuna delle guerriere blucerchiate, a tutto lo staff che ha lavorato sodo sin dal primo giorno e a mister Cincotta, condottiero di una squadra che ha emozionato e divertito tutti gli amanti di questo meraviglioso sport. La stagione, però, non è ancora finita e nelle ultime partite ancora da giocare la Samp avrà l’occasione di togliersi qualche altra grande soddisfazione prima della meritata pausa estiva.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.