La Pink Bari perde pur tenendo testa alla Agsm Verona.

Un primo tempo equilibrato ed avvincente per il pubblico presente allo stadio Olivieri di Verona e per coloro che hanno seguito la diretta Facebook della Lega Dilettanti con diverse occasioni non concretizzate da entrambe le parti. Per la Agsm Verona tiro di Fishley che finisce in angolo, pochi minuti e Kongouli sbaglia a pochi passi dalla porta,  quindi all’11’ il goal del vantaggio con la Wagner, infine la punizione di Lipman che passa a Wagner che fallisce il raddoppio. Risponde la Pink Bari con Debora Novellino che, al 30′, tira da fuori area di poco a lato, poi da calcio d’angolo Jenny Piro prende il palo; al 38’ arriva il pareggio della Pink Bari grazie ad una conclusione dalla distanza di Romina Pinna che beffa la Buhigas e va a segno.

Si rientra dagli spogliatoi col risultato di 1 a 1 conquistato nel primo tempo. Entrambe le formazioni cercano di portarsi in vantaggio senza la tenacia mostrata nei primi 45 minuti di gioco: per la Agsm Verona, Soffia e Kongouli si fanno pericolose ma la difesa della Pink Bari non si lascia sorprendere. Dall’altra parte,  Serturini, Piro e Manno ci provano ma il vantaggio proprio non arriva per nessuno.

Le sostituzioni movimentano la partita: l’ingresso in campo di Hannula per la Agsm  Verona e di Lucia Ceci per la Pink Bari riaccendono la passione in campo ed è proprio la finlandese al 71′  a superare Roberta Aprile portando in vantaggio la Agsm Verona. La Pink Bari ci prova ancora con Ceci, Rogazione, Pinna, Manno e Serturini ma il triplice fischio dell’arbitro sancisce la vittoria del Verona che può festeggiare la salvezza matematica in serie A, mentre per la Pink Bari i giochi sono ancora aperti e senza dubbio più difficili a 180 minuti dalla fine del campionato.

La Pink Bari, alla decima sconfitta consecutiva, vede infatti concretizzarsi il rischio retrocessione e sarebbe un vero peccato. Le ragazze di mister D’Ermilio meriterebbero ben altra posizione in classifica e certamente non meritano la retrocessione.

Non è detta l’ultima parola, mancano ancora due partite e la Pink Bari può ancora dire la sua, lo ha dimostrato un anno fa. Un campionato perfetto dalla prima partita allo spareggio giocato a Pescara il 21 maggio.

Sabato prossimo la compagine barese sarà ospite del Tavagnacco terza in classifica con 40 punti, quindi il big macht il 12 maggio in casa col Sassuolo.

In coda classifica la situazione è la seguente: Res Roma (21), Sassuolo (16), Ravenna Women (15) Pink Bari (13) e Empoli Ladies (11).

Agsm Verona – Pink Bari 2-1

AGSM  Verona: Buhigas, Lipman (29′ st. Hannula), Molin, Soffia (41′ st. Bouby), Wagner, Kongouli, Goula (17′ st. Bardin), Fishley, Nichele, Ambrosi, Decker.
A disposizione: Lemey, Bardin, Giubilato, Dupuy, Hannula, Bouby.
Allenatore: Renato Longega.

Pink Bari: Aprile, Marrone, Santoro (26′ st. Ceci), Novellino, Soro, Groff (40′ st. Rogazione), Vivirito, Piro, Pinna, Serturini, Manno.
A disposizione: Piazza, Rogazione, Ceci, Di Bari, Cangiano, Quazzico, Strisciuglio.
Allenatore: Roberto D’Ermilio.

Reti: Pt. 11′ Wagner, 38′ Pinna, st. 36′ Hannula

Arbitro: Giovanni Agostoni di Milano

Credit Photo: Foto Ricciolo

Valeria Ariodante avvocato barese da sempre tifosa del Bari maschile ha partecipato in passato come ospite a trasmissioni televisive e radiofoniche sportive locali. Nel 2015, quasi per caso come tutte le cose belle, si imbatte nelle "Pink Bari" appassionandosi al calcio femminile e da allora il suo cuore è BiancoRosso&Pink. Sceglie di esser parte del progetto di Calcio Femminile Italiano per dare visibilità al calcio femminile del meridione.