Successo in rimonta per il Pomigliano che replica la vittoria di sette giorni fa con l’Inter. Battuta la Lazio che, tra le mura amiche, nonostante il vantaggio iniziale si fa prima pareggiare per poi essere superata nella ripresa.
Le padroni di casa si rendono pericolose dopo due giri di lancette con Castiello ma Cetinja fa buona guardia. Le ospiti rispondono al 9′ con D’Ippolito, che però non impensierisce Ohrstrom. La Lazio passa invece al 10′ con una belle combinazione offensiva che premia Andersen che dall’interno dell’area insacca dall’altezza del dischetto. Al 21′, invece, un pasticcio difensivo per poco non consegna a Luik l’occasione del potenziale pareggio. L’estremo difensore laziale deve smanacciare in angolo al 29′ un piazzato pericoloso di Banusic. Il primo tempo si conclude con il tiro scaccato da Ferrandi, che si perde sopra la traversa di Ohrstrom.
Ad inizio ripresa però le campane trovano subito il pari con Salvatori Rinaldi che dall’interno dell’area piccola, senza troppe pressioni, spinge oltre le spalle di Ohrstrom per il momentaneo 1-1. Al 66′ Pomigliano in 10 per un contrasto appena fuori i sedici metri tra Ferrario e Visentin: per il direttore di gara, tra le proteste, è rosso diretto. Sulla punizione seguente Martin sfiora in nuovo vantaggio biancoceleste con la palla che termina di pochissimo al lato. Al 75′ è ancora Martin ad andare ad un passo dal nuovo sorpasso con un pallonetto a porta vuota giunto dopo un’uscita fuori dei pali di Cetinja. Al minuto 82′, in contropiede, arriva però la doccia gelata per la Lazio: Salvatori Rinaldi cerca di servire Banusic ma sulla traiettoria della sfera arriva la deviazione di Foerdos che beffa Ohrstrom. In pieno recupero occasionissima per Visentin che trova tra se e la rete la mano sinistra di Cetinja che chiude la strada alle speranze biancocelesti.