Il Sassuolo Femminile è ormai una realtà consolidata all’interno del panorama calcistico femminile nazionale. Lo scorso anno le neroverde guidata da mister Gianpiero Piovani hanno chiuso la stagione al terzo posto in classifica, un vero e proprio record. Secondo posto, che vuol dire Champions League, sfiorato. Proprio da quelle basi gettate lo scorso campionato, sono ripartite le neroverdi. Qualche cambio di formazione, come è naturale che sia. Per il secondo anno consecutivo via la bomber: prima Daniela Sabatino, poi Valeria Pirone. Mister Piovani è stato un grande attaccante e sa bene come riuscire ad esaltare le attaccanti.

Quest’anno una nuova ‘scommessa’, ovvero un elemento da rigenerare come Lana Clelland, affiancata da due giovani terribili e temibili, come Haley Bugeya, la stellina maltese, classe 2004, fermata però dalla pubalgia per larghi tratti del campionato, e SofiaCantore, la new entry, arrivata in prestito dalla Juventus, calciatrice con una gamba importante. Ripartendo dall’attacco ma soprattutto dall’organizzazione e dall’equilibrio, senza dimenticare la classe di Kamila Dubcova, il Sassuolo Femminile ha sfiorato la vetta della stagione. Battuto il Milan, le neroverdi hanno perso lo scontro diretto con l’imbattibile Juventus Women. Nessun dramma, ovviamente. Ora il Sassuolo è secondo ma nel giro di pochi punti ci sono 4 squadre: il Sassuolo ha chiuso la prima parte della stagione con 25 punti, al secondo posto con la Roma, a -8 dalla Juve, a +3 da Inter e Milan.

Ora a inizio 2022 ci sarà la storica possibilità di vincere un trofeo. Con il terzo posto della passata stagione le neroverdi si sono assicurate il diritto di partecipare alla Supercoppa Femminile. In semifinale lo scontro nuovamente con la Juventus, poi in finale contro la vincente di Milan-Roma. Le quattro migliori realtà del calcio femminile pronte a confrontarsi tra Latina e Frosinone. Con il Sasol che sogna un trofeo, come dichiarato da mister Piovani a SassuoloNews.net: “Di sicuro abbiamo fame, abbiamo voglia di provare a vincere qualcosa perché negli anni che sono stato qua, questo è il quarto anno, è vero che siamo partiti quasi da zero ma stiamo crescendo. Tutti auspichiamo che un giorno arrivi un trofeo, per dare soddisfazione alle ragazze e soprattutto alla società che crede molto in questo movimento”. E noi ovviamente faremo il tifo per loro, sperando nella vittoria della Supercoppa e anche in un grandissimo campionato.

Credit Photo: Marco Montrone 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here