Con l’inizio della nuova stagione del campionato di Serie A femminile, “È cresciuto tutto l’ambiente, ha dichiarato Antonio Cabrini all’esordio sulle reti televisive di La7, l’inserimento delle squadre femminili nelle società professionistiche ha dato la possibilità alle ragazze di lavorare in maniera diversa, con una mentalità professionistica e crescere. Questo ha contribuito a portare la Nazionale femminile ad essere tra le favorite all’Europeo”

Così il torneo della massima divisione ha visto la Roma avere la meglio sull’Empoli, dopo anni di inizio campionato in chiaro scuro per le capitoline che non avevano mai vinto la gara inaugurale, con le ragazze di mister Alessandro Spugna che vincono in trasferta contro l’Empoli con un secco 3 a 0: tutte le marcature giallorosse, però, sono figlie di tre autoreti toscane. Buona la prima, dunque, unica nota negativa di giornata per le romane, l’espulsione di Linari a risultato acquisito.

Inizia con il piede giusto anche la Juve, di Joe Montemurro, belle trame in mezzo al campo e una buona solidità difensiva contro un’indomita Pomigliano: in gol Rosucci e poi doppietta di Caruso per un netto 3-0.

Lina Hurtig in campo nella prima vittoria in Serie A della Juventus Women contro il Pomigliano che ha visto la piccola bambina di pochi mesi, in braccio alla moglie Lisa sulla tribuna dell’Ale&Ricky di Vinovo,  presente a una partita della madre.

L’Inter si impone 3-0 sul campo del Napoli nella prima uscita stagionale. La squadra guidata da coach Rita Guarino mette a segno due reti nella prima frazione di gioco con Flaminia Simonetti su rigore e Gloria Marinelli e una nella ripresa con Marta Pandini.

La Sampdoria Women conquista i primi storici tre punti in Serie A Femminile. A decidere il match contro la Lazio sono le reti di Martinez Rincon. Inutile il gol del 2-1 firmato da Castiello. Per le ragazze di Carolia Morace, neo promosse in A, è stato un debutto amaro ma questo risultato deve fare crescere le aquile per essere più determinate a fare bene.

Poker del Milan contro l’ Hellas Verona: in rete Giacinti, doppietta, Bergamaschi e Boquete. Alle rossonere di Ganz bastano cinquanta minuti per strapazzare le venete, con un buon possesso di palla ed una Valentina Giacinti scatenata, i primi tre punti entrano nel sacco in modo veloce e preciso.

Esordio amaro per il Napoli Femminile che viene battuto per 0-3 dall’Inter. Allo stadio “G. Piccolo”, davanti al pubblico amico, finalmente tornato sugli spalti, le azzurre non riescono a tener testa alle meneghine allenate da Rita Guarino (ex Juventus). Le nerazzurre, chiudono i giochi nel primo tempo grazie alle reti di Flaminia Simonetti su rigore e di Gloria Marinelli. Nella ripresa Marta Pandini segna la terza rete che toglie le speranze alle avversarie.

Chiudono le nero-verdi del Sassuolo battendo la Fiorentina di misura: per 2 reti a 1.

Passa in vantaggio al 35’ la squadra di casa che sblocca il risultato grazie ad un autogol di Kravets. Dopo pochi minuti dal ritorno in campo la Fiorentina trova il pareggio con Lundin che di testa spinge in rete una trattenuta imprecisa di Lemey. Non passa neanche un minuto però che il Sassuolo torna in vantaggio in Clelland che colpisce il palo prima di vedere il pallone entrare in rete.

Si chiude la prima giornata con sei vittorie ed altrettante sconfitte, inizio spaccato in due, con nessun pareggio e chiari ed evidenti segnali per questo spettacolare nuovo inizio.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.