Mister Montemurro, aveva dichiarato alla vigilia, che si aspettava una gara ritmica e di carattere: “Mi aspetto una gara contro una squadra che ha molto coraggio e pressa molto. Ci possono mettere in difficoltà e dobbiamo essere attente. Ogni partita di Serie A per noi è importante”; ed è quello che le sue ragazze hanno dimostrato sul campo.

La Juve di oggi ha avuto molto di più: controllo del gioco, possesso palla e tiro in porta creando molto e concedendo poco, o nulla, alle avversarie.

Il risultato finale non mente, le bianconere si portano a casa i meritati tre punti rimanendo appaiate al comando della classifica con le grandi, a segno la doppietta di Cristiana Girelli e Valentina Cernoia.

Un buon ritmo di gara, per tutti i novanta minuti, con le ragazze in ottima forma fisica che sfruttano ogni situazione per andare pericolosamente al tiro e costringendo le avversarie nella propria metà campo.

Un modulo 4-3-3 collaudato ed efficacie, pur applicando il turnover e  lasciando in panchina Peyraud, Boattin, Gama, Caruso e Rosucci, entrata solo nella ripresa; dando spazio alla folta rosa: Aprile tra i pali, e Salvai e Lenzini dal primo minuto, così come Zamanian Bakhtiari.

Un Hellas Verona che nel primo tempo ha provato a scardinare la difesa Juventina con Cedeno Valderrama, ma Aprile controlla e sventa ogni pericolo, forse una delle poche occasioni scaligere.

Le prodezze di Keizer hanno reso vani i tiri di Bonansea e Hurtig ma dopo un pressing costante da parte delle padrone di casa il risultato si sblocca al 41’ con la rete di Cristiana Girelli, che di testa chiude in porta, sul calcio d’angolo di Cernoia.

Ripresa che vede già al 3’ il raddoppio sempre a cura di Girelli e tre minuti più tardi è Valentina Cernoia metterla nel sacco.

Le ragazze di Matteo Pachera, pur sapendo che quest’oggi era una gara molto difficile contro le Campionesse d’ Italia, nella prima frazione si sono ben chiuse negli spazi ed hanno avuto più concentrazione nelle chiusure. Dopo la prima rete subita, il calo fisico è risultato evidente, e con le due successive reti si è perso anche il morale.

Sicuramente una gara calcolata benissimo dalla padrone di casa che con precisione nei passaggi ed un ottimo possesso di palla hanno gestito al meglio l’incontro.

Con questo risultato finale la Juventus in 7 incontri ufficiali, di serie A, ha sempre vinto contro l’Hellas Verona segnando ben 25 reti e subendo soltanto 1.

La prossima settimana ci sarà la pausa di campionato, non per tutte le Juventine, per la gara di qualificazione mondiale della nostra Nazionale, a Trieste.

Questo prezioso tempo sarà utile sopra tutto per il Verona per cercare di verificare gli errori e caricare il gruppo nella ricerca del primo punto di classifica.

Credit Photo: Andrea Amato

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here