Il campionato di serie A femminile è fermo per gli impegni di Coppa Italia e della Nazionale che giocherà in Danimarca. Nel frattempo si stanno giocando le gare del torneo nazionale e tra i successi spicca quello del Sassuolo a Pontedera. Le neroverdi sono terze in classifica e domani si giocheranno il passaggio del turno a Napoli. Ilnapolionline.com ha intervistato la centrocampista Valeria Moterubbiano.

Di recente avete battuto l’Hellas Verona e il Pontedera, davvero un ottimo inizio per la squadra di mister Piovani.
“Siamo contente del nostro inizio di stagione dove è venuto alla luce il nostro valore. Dopo la sconfitta con la Juventus era importante far bene con l’Hellas Verona in campionato, ci serviva per ripartire e l’abbiamo fatto. Contente anche del successo in Coppa Italia contro il Pontedera e anche a livello personale per aver trovato il goal contro le toscane”.

Parlavi dello stop contro la Juventus, era per voi uno scontro importante per la classifica. Cosa manca per essere al loro livello secondo te? 
“La Juventus ha indubbiamente una rosa molto forte, con elementi di grande esperienza. Ecco su questo aspetto forse noi pecchiamo un po’, siamo un gruppo molto giovane che deve saper gestire i momenti, curando i particolari. A Vinovo ce la siamo giocata per un tempo, ma alla lunga è venuta fuori la loro esperienza nei momenti chiave del match”.

Nonostante gli infortuni subiti ad inizio stagione, il Sassuolo è nelle prime posizioni. Cosa ne pensi in merito?
“L’inizio non è stato dei più semplici, a causa degli infortuni che sono stati gravi per noi. Per fortuna ci siamo riprese grazie alla forza e alla compattezza del gruppo e siamo al momento terze in classifica, tra buone prestazioni e risultati positivi”.

Oltre all’esperienza di Valeria Pirone si sta mettendo in mostra la classe 2002 Bugeja. Ce ne potresti parlare?
“Valeria (Pirone), assieme ad Alice Parisi, è l’elemento con maggior esperienza nel nostro gruppo. Lei si sta confermando davvero una calciatrice fondamentale in zona gol e il suo contributo è davvero determinante. Haley Bugeja, come si è visto già dal suo esordio, è una delle giovani di più prospettiva. Nonostante la sua giovane età si è inserita subito bene nella squadra e ha dimostrato non soltanto di avere delle ottime qualità fisiche e tecniche ma di avere la testa sulle spalle, e penso sia proprio questo che le farà fare la differenza”.

Vedendo le partite di serie A femminile, si nota non solo una crescita sul piano tecnico ma anche sull’intensità. Sono passi importanti per il vostro movimento?
“Il nostro movimento sta crescendo e davvero tanto, non solo sul piano mediatico, ma anche sugli aspetti che tu hai detto. Ora si vede una maggior intensità nelle partite di campionato e una crescita a livello tecnico. Tutto ovviamente ci rende felici, in attesa del passaggio al professionismo, ma sicuramente la strada è quella giusta”.

Domani affronterete a Napoli le azzurre per il passaggio del turno in Coppa Italia. Come vi state preparando per la sfida di Barra?
“Sarà per noi una sfida importante, perché il Napoli è una squadra ben organizzata e nella gara di campionato ci ha messo in difficoltà. Dovremo giocarcela come sempre, al meglio delle nostre forze. Gli obiettivi? Sicuramente migliorare la classifica della passata stagione, sapendo che dovremo sempre restare con i piedi per terra seppur con la consapevolezza di quelli che sono i nostri mezzi”.

Credit Photo: Arnaldo Cavallotti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here