Alessandro Recenti è il nuovo allenatore del Tavagnacco. Il tecnico vanta di ampie esperienze: panchina da vice nella Nazionale Under 19 femminile dell’Albania, in seguito le avventure in Svizzera al fianco di Paolo Tramezzani in Serie A maschile prima a Lugano e poi al Sion, la parentesi al San Marino e l’esperienza a Budapest nell’Honved come secondo di Giuseppe Sannino, prima di approdare da capo allenatore alla guida del Ravenna femminile dove due anni fa ha conquistato il terzo posto in serie B.

Il neo allenatore della squadra gialloblù sostituirà Marco Rossi che, dopo una stagione fatta di alti e bassi, è riuscito a condurre le friulane verso una salvezza tranquilla. A tal proposito, la società ha voluto ringraziare l’ex mister per l’operato: «Si ringrazia mister Marco Rossi per il lavoro svolto in quest’ultimo anno in cui, dopo una ottima partenza, è riuscito a superare qualche difficoltà e a condurre la squadra verso una salvezza tranquilla».

Dopodiché, è stato presentato il progetto per il prossimo anno: «Ci saranno parecchi cambiamenti in casa friulana. La società, in sintonia con il nuovo tecnico, si sta già muovendo in questa direzione. Ci saranno volti nuovi che andranno a unirsi a coloro che resteranno in maglia gialloblù. Si lavorerà al fine di una condivisione delle idee di gioco in una serie B che il prossimo anno sarà ancora più dura. Il livello del campionato si alzerà ulteriormente – analizza mister Recenti – già nelle ultime stagioni è progredito di volta in volta. Scenderanno in B molte giocatrici di qualità di serie A. Inoltre, sono retrocesse tre squadre forti come Napoli, Lazio e Verona. Sarà un torneo molto competitivo. Con l’avvento del professionismo, bisogna lavorare partendo dal basso, dai settori giovanili, oltre a migliorare le strutture, per dare alle prime squadre quei contenuti che ci vogliono per fare calcio ad un certo livello».

Il nuovo allenatore ha aggiunto: «Quando sono venuto a giocare in Friuli da avversario, ho notato un ambiente serio, con persone appassionate e vogliose di fare bene». Recenti ha affrontato il Tavagnacco con il Ravenna due volte, una proprio in occasione dell’esordio del terzo ritorno di Rossi sulla panchina gialloblù. Era il 24 aprile 2021 e finì 1-0 per le romagnole. «Ricordo bene quella gara. Contro le friulane sono state sfide molto combattute. L’ho sempre vista come una società organizzata e molto professionale. Sono felice di essere qui».

Ha poi concluso: «Qual è il mio credo? Alla base di tutto devono esserci giusto atteggiamento e motivazioni. Allenarsi bene è fondamentale dato che le gare della domenica sono una conseguenza del lavoro svolto in settimana». Per quanto riguarda l’aspetto tattico, il nuovo allenatore è aperto a vari sistemi, con una preferenza per il 4-3-3. «Si tratta di un modulo che ho utilizzato spesso, mi piace, l’ho studiato a lungo, però la prima cosa, la più importante in assoluto sono le caratteristiche tecnico-tattiche delle ragazze. Sulla base di queste, vado a inserire i miei principi di gioco».

Chiara Frate, attualmente iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica e Culturale, coltiva la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Attualmente è redattrice di SportdelSud, un giornale sportivo innovativo di partecipazione popolare che le ha offerto l'opportunità di mettersi alla guida di un progetto imprenditoriale nel settore della comunicazione. Conosce l'inglese, il francese, lo spagnolo e sta imparando anche il portoghese. Sempre pronta a schierarsi a favore della parità di genere, il riscatto delle donne e l’impegno costante e instancabile verso un nuovo approccio culturale anche dal punto di vista sportivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here