La ventitreesima giornata di Serie B ha emesso la prima sentenza su questa stagione.

Infatti, la Roma Calcio Femminile saluta la cadetteria dopo otto anni di presenza ininterrotta nella seconda serie nazionale femminile. A dare il colpo di grazia alle romane ci ha pensato il Brescia con un secco 4-0,con le biancoblù che restano ancora al comando della B, iniziando a vedere, a piccolissimi passi, la massima serie.
Parlando della lotta alla Serie A il Como risponde alle bresciane, imponendosi, non senza qualche difficoltà, sulla Pro Sesto. Le lariane, però, hanno ancora un asso nella manica da sfruttare, perché mercoledì, contro il Tavagnacco, possono tornare ad accorciare le distanze a quattro punti.

Restano ferme invece Cortefranca e Chievo Verona, terza e quarta forza del campionato. Le cortefranchesi vengono messo ko in casa dalla Torres, mentre le clivensi hanno perso contro il Cesena, con quest’ultime due ultime formazioni che hanno avuto la possibilità di giocare al Manuzzi. Diciamo che le cavallucce hanno mostrato una conferma importante, perché la mano di Michele Ardito sulla panchina cesenate ha funzionato, e ciò può essere d’auspicio per il futuro. Sia la Torres che il Cesena hanno centrato, grazie a queste vittorie, la salvezza.

Pure il Cittadella raggiunge la permanenza in cadetteria, vincendo in casa di un Tavagnacco che ormai ha poco nulla da dire in una stagione che si è poi rivelata, tra le mille vicissitudini che ha avuto la squadra gialloblù, molto difficile. Per le padovane c’è ancora la speranza di terminare il campionato tra le prime cinque, e sarebbe uno storico piazzamento per questa società.

Chi spera ancora è il Palermo, con le rosanero che battono per 3-2 il San Marino Academy, mostrando, in quest’ennesima partita, l’enorme difficoltà che hanno avuto le sanmarinesi in questa stagione, doveva essere l’annata dell’immediato ritorno in A, invece le titane hanno affrontato un campionato anonimo.

Chiudiamo con la Pink Bari che ha un solo obiettivo, concludere degnamente le ultime cinque gare, compresa quella di ieri, della Serie B, ma invece rischia di non andare come vorrebbero le baresi, perché a festeggiare è il Ravenna che, bloccando sul pari le biancorosse, stanno centrando la conferma a partecipare in Serie B anche il prossimo anno.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.