L’ottava giornata di Serie B ci ha lasciato dei clamorosi strascichi sul campionato.

Il Como torna dopo quasi un anno a comandare la vetta della cadetteria, imponendosi nettamente sulla Pink Bari. Sinceramente ci aspettavamo una gara equilibrata, invece il punteggio ha dimostrato che le lariane possono puntare al salto di categoria. Se le baresi pensavano di conquistare la promozione agevolmente si sbagliano di grosso, per centrare l’obiettivo bisogna guadagnarselo.

Il Brescia resta in scia alle comasche, sconfiggendo per la Pro Sesto con le reti di Cristina e Luana Merli (e non hanno alcun grado di parentela) due ragazze che lo scorso anno hanno fatto fatica a mostrare il loro talento, e che ora stanno facendo la differenza per le biancoblù che ora sono seconde. Le ragazze di Elio Garavaglia non hanno però sottovalutato il valore delle sestesi, le quali sono comunque tornate a casa con la consapevolezza di poter ambire alla permanenza in B.

Fa il passo del gambero il Chievo Verona che crea tanto, ma non concretizza, e il Ravenna ringrazia, prendendosi un punto che permette alle ravennanti di tornare a respirare in classifica. Comunque le clivensi sono ancora nelle prime posizioni, ma se puntano al primo posto allora le ragazze di Venturi devono cominciare a cambiare atteggiamento verso questo tipo di partita.

TorresTavagnacco è stata un gara dalle mille emozioni, in cui le gialloblù devono mettersi le mani nei capelli per aver gettato nel mare tre punti e un balzo importante nella classifica: infatti, le friulane erano avanti di due reti, ma hanno fallito l’occasione di chiudere la gara e, come sappiamo, la palla è rotonda, e quando meno te l’aspetti, le sassaresi compiono una rimonta incredibile, e le rossoblù si portano a casa un punto che è linfa vitale per il prosieguo della stagione.

La sorpresa di giornata se la prende il Cortefranca che mette ko in maniera incredibile il Cesena: le franciacortine hanno saputo, finalmente, di mostrare le loro qualità, e allo stesso tempo hanno sfruttato la giornata negativa delle cavallucce che, dopo i primi 45 minuti erano sotto di due gol. Nel secondo tempo timida reazione cesenate, ma le cortefranchesi hanno alla fine mostrato di voler vincere questa gara. E tra le neopromosse il Corte è quello che, forse, crede un po’ di più nella salvezza.

In questo turno abbiamo avuto le prime conferme sul rilancio del San Marino Academy firmato Alain Conte: le sanmarinesi hanno avuto la meglio sul un Cittadella che comunque ha mostrato di potersela giocare con tutte. Non sappiamo se questo 2-1 possa dare alle titane il ritorno alle ambizioni di promozione, ma di certo è che le biancazzurre daranno tutto fino alla fine.

Il Palermo e la Roma Calcio Femminile si prendono un punto a testa, ma forse il pareggio va bene più alle giallorosse che alle rosanero, dato che ora la Lupa ha lasciato la zona rossa della classifica, mentre le palermitane sono ancora ancorate al penultimo posto. Il Palermo deve muoversi, perché le altre non aspettano.

La Serie B osserverà due settimane di riposo, per via della Coppa Italia e delle Nazionali, per poi tornare verso fine novembre. Da lì in avanti il campionato potrebbe avere una prima svolta.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.