La nona giornata di Serie B ha lasciato spunti molto interessanti.

Continua il momento difficile per la Pink Bari, che impatta per 2-2 contro un Brescia mai domo, perché le baresi erano avanti di due reti, ma non sono riuscite a tenere lo svantaggio, soprattutto le lasci campo ad una come Luana Merli che sta vivendo un importante momento di forma, e infatti la doppietta regala alle biancoblù un punto che vale, per il momento, la vetta della classifica in coabitazione con le biancorosse. Il tutto aspettando il match tra Como e Tavagnacco.

Il Chievo Verona non riesce quindi ad approfittare del pareggio tra Bari e Brescia, perché, nonostante il vantaggio iniziale, si fa rimontare dalla Roma Calcio Femminile che, con questo punto, sembra in corsa per giocarsi la salvezza. Per le clivensi è un pari molto amaro, ma le gialloblù di Venturi possono essere soddisfatte di quest’inizio di campionato: nessuno poteva immaginarle di vedere il Chievo tra le prime posizioni.

Chi invece sta deludendo, e non poco, è il San Marino Academy, dato che dopo due vittorie di fila, cade nuovamente sotto i colpi di un Cortefranca ormai tornato in rampa di lancio, poiché la vittoria cortefranchese sulle Titane le permettono di allungare sulla zona retrocessione. Per le sanmarinesi, al di là della sfortuna e di qualche decisione arbitrale, è un colpo molto duro da digerire, perché è davvero strano come una rosa così di alto livello non sia riuscita ad avere la meglio su una squadra che, sulla carta, era inferiore, ma che alla fine ha prevalso il gruppo e la voglia di fare bottino pieno, e sono stati questi i fattori del meritato colpaccio franciacortino.

Parlando di colpi grossi la Pro Sesto riesce nuovamente dall’inferno, visto che il 2-0 Cittadella vale oro colato per le sestesi di Andrea Ruggeri, e a far la differenza è stata saper utilizzare l’esperienza al momento giusto, come il rigore trasformato da Giulia Grumelli che è valso il gol che ha chiuso la partita. Per quanto riguarda le padovane questo ko le rimettono nuovamente in discussione per la lotta salvezza, ma nulla è perduto per la squadra di Colantuono, perché hanno i mezzi e le giocatrici per fare bene. Dipende da loro.

Finalmente, in questo turno, possiamo celebrare la prima vittoria della Torres. Le sassaresi hanno dovuto inizialmente soccombere al Palermo, ma la voglia di poter conquistare i primi tre punti stagionali ha avuto la meglio sulle rosanero, e il ribaltamento rossoblù è servito con quattro reti, tra cui quella realizzata da Adriana Gomes, che si prende le luci della ribalta. Ci auguriamo che per la portoghese sia la prima di una lunga serie di reti realizzate. Sconfitta amara per le palermitane che ora dovranno lavorare sodo per centrare una salvezza che è ancora alla loro portata.

Terminiamo con CesenaRavenna, un pari senza reti che onestamente serve poco per queste due squadre, visto che entrambe vanno a braccetto in classifica, ma non hanno avuto, tra qualche palo e qualche traversa, la forza di avere la meglio sull’avversaria.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.