Il Brescia Calcio Femminile si prende il recupero della ventiduesima giornata di Serie B, piegando per 2-1 una Pink Bari che, a parte qualche folata ad inizio e fine ripresa, non è stata irresistibile. Le biancazzurre di Elio Garavaglia, capolista della cadetteria, allunga a +7 sul Como che, va ricordato, ha una gara da recuperare mercoledì prossimo contro il Tavagnacco.

Dopo due minuti, subito Bari col tiro dal limite di Spyridonidou, ma si fa vedere subito anche il Brescia che, all’11’, ci prova con la semirovesciata di Brayda su assist di Cristina Merli, ma va alta. Al 19’ bresciane ancora avanti: Bryada lancia in profondità Hjohlman, su ulteriore suggerimento di Luana Merli, arriva in area, ma sia il diagonale che il successivo destro a giro termina in una nulla di fatto. Cinque minuti più tardi ci prova Magri dal limite, ma il pallone va a lato di Shore. Fa un tentativo anche Cristiana Merli su un piazzato battuto al 29’, ma nulla di fatto. Al 31’ Hjohlman serve Luana Merli, e arriva in area, Shore tocca l’attaccante biancoblù che va giù: Manedo Mazzani assegna il rigore, e la bomber bresciana non sbaglia, portando il Brescia in vantaggio.

La Pink prova a reagire, ma sono le padrone di casa a rischiare il 2-0, quando Hojhlman, su passaggio di Luana Merli, prova a concludere, ma s’incarta negli attimi conclusivi. Tra l’altro, la svedese s’infotuna qualche istante dopo per una noia muscolare. Al 42’ nitida opportunità bresciana: Magri, su una punizione sul lato sinistro, impensierisce e non poco Shore, con la palla che tocca la traversa, e il portiere barese la spedisce in angolo. Nel primo minuto di recupero Porcarelli per Galbiati che arriva in area biancorossa, Shore para in scioltezza.

Passano quattro minuti dopo l’inizio della ripresa e la Pink pareggia: Strisciuglio approfitta di un rimpallo arriva davanti a Lonni che para, ma ella riprende la palla e, con un pallonetto, scavalca l’estremo difensore biancoblù. Al 60’ Di Bari effettua un retropassaggio di testa per Shore, solo che invece di passarla la scavalca, Luana Merli prova a prenderla, ma il difensore barese la trattiene, peccato che la palla arriva in rete, portando ancora avanti le ragazze di Garavaglia. Il Bari cerca di ridare fastidio, e al 79’ Strisciuglio lancia Spyridonidou, ma il suo sinistro va a lato. A dieci minuti dalla fine netta occasione biancoblù: Porcarelli per Asta, la quale crossa per Ghisi che non riesce a concluderla di testa. All’85’ angolo d Strisciuglio, sale Spyridonidou che prova con un’inzuccata, ma finisce fuori. A tre dal 90’ nuovo tentativo della centrocampista greca su calcio da fermo battuto da Shore, Lonni blocca con tranquillità. Le biancorosse spingono per il pareggio, ma il Brescia tiene, soffre e resiste fino al 95’, e la Leonessa si prende tre punti che cominciano a profumare di Serie A.

BRESCIA: Lonni, Galbiati, Barcella, Perin, Viscardi, Ghisi, Magri, Cristina Merli (76’ Farina), Brayda (76’ Asta), Luana Merli (84’ Pasquali), Hjohlman (41’ Porcarelli). A disp: Ballabio, Maroni, Bianchi, Angoli. All: Garavaglia.
PINK BARI: Shore, Maffei (81’ Diaz Lebic), Di Criscio, Di Bari, Nefrou (71’ Fuhlendorff), Capitanelli, Riboldi, Strisciuglio, Bonacini (81’ Labianca), Spyridonidou, Prvulovic. A disp: Macchia, Laface, Larenza, Fiore, Paparella. All: Mitola.
ARBITRO: Manedo Mazzoni di Prato.
MARCATRICI: 33’ Luana Merli (BRE, rigore), 49’ Strisciuglio (PB), 60’ Di Bari (PB, autorete).
AMMONITE: Porcarelli (BRE), Maffei (PB).
NOTE: Spettatori: circa 50. Recuperi: 2‘ e 5‘.

Photo e Video Credit: Elia Soregaroli

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.