La quinta giornata di Serie B ci ha fornito un nuovo pagellone su questo turno. Il dibattito è sempre aperto, perciò diteci nei commenti quale sarebbe il vostro pagellone ideale.

PROMOSSE

Brescia CF
Signori che squadra. Rimanere in dieci dopo tre minuti di gioco avrebbe messo in ginocchio chiunque. Ma non questo Brescia, che ha risposto alla Lazio colpo su colpo. Nella rosa ci sono giocatrici che hanno calcato palcoscenici anche in Serie A, e sanno che quando bisogna colpire lo fanno: la doppietta di Luana Merli ne è la conferma. La Leonessa non è una matricola, è una certezza.

Cesena
Dopo un inizio deludente il Cesena pare abbia trovato la quadra giusta, e se Eleonora Petralia ha confermato di essere in forma smagliante e Orlando segna il suo primo gol nelle grandi allora le cose per le cesenati stanno andando nella direzione giusta. Terzo successo di fila e secondo posto. Chapeau.

Orobica
Volevamo una risposta da una squadra attrezzata per risalire in A, e la risposta l’abbiamo avuta, espugnando il campo del Como. Finalmente abbiamo visto Sandra Žigić realizzare il suo primo gol con la maglia bergamasca. Che sia l’inizio della rinascita delle Sharks?

Vicenza
Era una delle formazioni che doveva stare nei bassifondi della Serie B, invece il Vicenza è al quinto posto, frutto di due vittorie, due pareggi e una sconfitta. Con questa rosa mister Dori sta facendo un gran bel lavoro, e crediamo che le biancorosse potranno togliersi altre soddisfazioni.

Chievo Verona
Prosegue il momento positivo delle gialloblù, che non solo si permette di fermare la capolista Pomigliano, ma farla segnare. A piccoli passi stiamo vedendo quel Chievo detto dagli addetti ai lavori come una delle formazioni top della Serie B.

RIMANDATE

Ravenna
Il pareggio senza reti col Tavagnacco può essere visto come un punto importante per il percorso che stanno affrontando le ragazze di Recenti. Domenica contro il Brescia un altro nuovo test.

Pomigliano
Per la prima volta in questa stagione il Pomigliano non riesce a segnare, ma almeno tiene la porta inviolata e la vetta della cadetteria. Siamo sicuri che l’obiettivo sia la promozione e non la salvezza?

BOCCIATE

Lazio e Como
Due formazioni che dovevano ammazzare il campionato, ma evidentemente hanno fatto i conti senza l’oste: la Lazio non ha approfittato della superiorità numerica, ha fatto cambi errati e contro il Brescia ha gettato alle ortiche i tre punti, mentre il Como ha compiuto l’impresa di riportare in vita l’Orobica. E domenica ci saranno due gare difficili per queste squadre, con le laziali che sfideranno il ringalluzzito Cesena, mentre le comasche hanno il Cittadella.

Perugia
La società umbra se vuole puntare alla salvezza deve fare qualcosa, almeno cercare qualche rinforzo sul mercato invernale. Meno male che la classifica è ancora dalla parte delle grifoncelle, ma devono rialzarsi subito e dimostrare di avere carattere: la gara di domenica col Pomigliano può essere importante.

Cittadella
D’accordo domenica non ha giocato la partita con la Roma CF, ma che senso ha esonerare l’allenatrice Fabiana Comin? Si tratta di uno schiaffo all’impegno che la cinquantenne di Fonte ha profuso verso la società padovana in questi anni. Totale mancanza di rispetto.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.