Anche la giornata numero quattordici della Serie B è stata messa agli archivi, con risvolti e scenari molto interessanti.

Il Napoli potrebbe aver dato una spallata decisiva al campionato, poiché la netta vittoria in rimonta sulla Lazio per 2-1 gli permette non solo di restare in testa, ma di allungare a quattro i punti di vantaggio sul San Marino Academy che, grazie al successo conquistato in casa della Lady Granata Cittadella col gol di una Raffaella Barbieri sempre più leader della classifica capocannonieri, è tornato al secondo posto, scavalcando così le biancocelesti. Le laziali avevano l’occasione per dare fastidio alle partenopee, eppure ci stavano riuscendo, grazie al vantaggio iniziale, ma in questo momento il Napoli è davvero superiore e il successo napoletano è più che meritato. Comunque queste tre squadre lotteranno fino all’ultimo turno per la Serie A.

Chi invece può dare addio ai sogni promozione è il Ravenna, bloccato in casa del Cesena sullo 0-0 e, nonostante vi siano sette punti di differenza tra le ravennati e le sanmarinesi, che occupano l’ultimo piazzamento utile per salire nella massima serie, solo un harakiri del San Marino potrebbe far riavvicinare le ravennati al secondo posto. Complimenti invece alle cesenati che, con questo pari, si avvicina di più al traguardo salvezza diretta.

Il Chievo Fortitudo sconfigge 3-0 la Riozzese e aggancia proprio le rosanero al quinto posto: l’arrivo in panchina di Dalla Pozza ha fruttato alle clivensi tredici punti in sei partite, praticamente quasi il doppio di quello che faceva Zuccher. Con tutto il rispetto per il suo predecessore forse la società doveva effettuare questo cambio qualche turno prima, in modo da poter dare alle gialloblù di disputare un campionato di vertice, e invece sta diventando di rammarico.

Terminiamo la nostra analisi con i due scontri decisivi per la salvezza. La Roma CF, dopo esser stata sotto, travolge la Novese per 5-1 e vede gli spareggi promozione insieme al Permac Vittorio Veneto, le quali hanno faticato tanto per fermare sul 2-2 il fanalino di coda Perugia: ci sono ancora otto partite da disputare è vero, ma con ogni probabilità saranno queste due squadre ad approdare ai playout, mentre per quanto riguarda le grifoncelle e le novesi solo un miracolo sportivo eviterebbe a loro l’incubo della retrocessione in Serie C.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.