La Serie B recupera la dodicesima giornata di campionato, e ci saranno match molto importanti.

Il Brescia, leader della cadetteria, ha cinque punti di vantaggio sul Como, e domenica vuole dare un’altra spallata al campionato. Tuttavia, le biancoblù dovranno stare attente ad un Cesena che si è rialzato, centrando due vittorie che l’hanno riportato nei piani alti della classifica. Quindi le bresciane, se vorranno fare bottino, dovranno rimanere concentrate per tutto il match.

Le lariane cercheranno di approfittare di riaprire, immediatamente, la corsa per la promozione, ma ospiterà il Cortefranca, ultimamente molto in forma e ormai ad un passo dalla salvezza. Le franciacortine, però, vorranno fare il grande colpo che varrebbe la consacrazione di quest’importante percorso. Quindi occhio Como, non sottovalutare il Corte.

Il San Marino Academy è diventato terzo col recupero vinto contro la Roma Calcio Femminile, e vuole rimettersi in gioco per il successo della cadetteria, quindi le titane chiederanno alla Pro Sesto il lasciapassare, ma le sestesi venderanno cara la pelle, anche perché un eventuale successo sarebbe oro per abbandonare la zona rossa.

Il Chievo Verona, reduce dal ko con le biancoblù, vuole rimanere nel salotto buono della Serie B, affrontando un Tavagnacco che non riesce più ad uscire dal guscio: se le friulane non faranno qualcosa domenica, potremmo aspettarci un segnale clamoroso da parte della società. Anche la Pink Bari, che andrà in casa del Cittadella, ha assolutamente bisogno di una risposta ai suoi obiettivi, perché in molti pensavano di vedere le baresi stravincere il campionato, invece sta faticando tanto, e non poco. In casa padovana invece le granata hanno tanto da perdere, perché il Cittadella sta facendo una bella figura, e fare tre punti alle pugliesi metterebbe un altro mattone su questa stagione.

Poi ci saranno altri due match fondamentali per la lotta alla salvezza: RavennaPalermo e TorresRoma Calcio Femminile.
Le palermitane intendono proseguire il bel momento che stanno vivendo in casa delle ravennati che, ultimamente, sono parse in difficoltà, perciò chi prende tre punti fa un bel salto in avanti. Medesima concetto vale per il match tra le sassaresi e le romane, anche se un pareggio sarebbe pesante più per le rossoblù che per la Lupa.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.