La ventiquattresima giornata di Serie B ha sancito il quarto verdetto, ed è molto importante.

La Lazio, infatti, ha sconfitto la Roma Calcio Femminile per 2-1, e diventa così la seconda squadra a salire in Serie A, chiudendo così a due giornate dalla fine il discorso promozione. Le laziali hanno conquistato un risultato più che meritato, grazie anche all’arrivo di Carolina Morace che, dopo un inizio difficile, ha trovato la quadra, riportando le aquilotte nel campionato più importante del nostro Paese.

Ravenna e Cesena sono state le ultime due formazioni, che potevano ancora dare fastidio alle biancocelesti, ad alzare bandiera bianca, visto che le ravennati hanno perso in casa per 2-1 col Como, mentre le cesenati hanno ceduto il passo al Cittadella che centra così la permanenza in B.
Bene anche il Tavagnacco, che espugna nettamente il campo del fanalino di coda Perugia.

Ma per la Lazio c’è ancora la possibilità di vincere la cadetteria, visto che il Pomigliano si è fatto rimontare dall’Orobica per ben tre volte, e ora per le bergamasche sarà fondamentale fare risultato nelle ultime due partite.

Ciò significa che per la salvezza sono ancora in lizza quattro squadre: la Roma Calcio Femminile, il Brescia vince per la prima volta quest’anno in casa battendo 2-0 il Pontedera, il Vicenza che ha perso malamente contro un Chievo Verona che ormai vede la possibilità di giocare in B anche per il prossimo anno, e la stessa Orobica.
Il Brescia però ha ancora un vantaggio sulle concorrenti: il recupero di mercoledì con il Como. Se le bresciane dovessero battere le lariane può festeggiare la permanenza in cadetteria con due turni d’anticipo.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.