La sesta giornata di Serie B, monca di tre partite per via di positività dovuta al Covid 19, ci ha dato nuovi spunti.

Partiamo dalla Lazio che proprio non sa gestire un vantaggio realizzato da Castiello, e he ha permesso al Cesena di trovare quel pari che davvero non ci sperava più: è la seconda volta che le biancocelesti si fanno fregare allo scadere, mentre per le cesenati è un punto di valore.

Il Como cancella la sconfitta subita sette giorni fa contro l’Orobica, espugnando il campo di un Cittadella del quale ha appena cambiato il tecnico. Non ci sembra giusto fare valutazioni sulla neo allenatrice granata Nicoli, aspetteremo qualche incontro prima di emettere giudizi.

Il Brescia ha un grande cuore, fermando sul pari il Ravenna che è rimasto in inferiorità numerica negli ultimi 25 minuti: le ragazze di Bragantini devono puntare ai vertici della cadetteria, mentre le ravennati dovranno capire gli errori commessi, perché per salire in A i dettagli contano.

Chiudiamo con la vittoria esterna del Tavagnacco sul Vicenza, grazie ai gol di Tuttino e Grosso, che consente alle friulane di volare in prima posizione, insieme al Pomigliano che ha una partita in meno, della Serie B.

La Serie B nel prossimo weekend non si giocherà per dare spazio alla Coppa Italia. Ci vediamo tra due settimane. Covid permettendo.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.