Contro la terza in classifica, le Titane ritrovano sé stesse i tre punti che mancavano da quattro gare, in casa addirittura dal 6 febbraio. Una doppietta di Martina Piazza, in due situazioni ravvicinate e identiche fra loro, permette alle Titane di superare momentaneamente Chievo e Bari – in attesa che queste ultime affrontino Roma CF e Brescia – e soprattutto di incamerare fiducia dopo un periodo di appannamento. Tutta la voglia di lasciarselo alle spalle, questo periodo – in particolare la sconfitta in casa del Cittadella – emergono da un approccio alla gara di quelli che piacciono molto agli allenatori. I primi 15’ delle Titane sono infuocati. Al 3’ Massa va a un passo dal vantaggio raccogliendo una respinta corta di Meleddu; al 5’, il portiere ospite deve fare gli straordinari sulla zuccata di Venturini da corner: gran colpo di reni della 97 e risultato salvo. Ma per pochissimo. Sull’angolo seguente, Martina Piazza prende il tempo e incorna vicino al palo, trovando un altro gol pesante dopo quello segnato al Brescia. Il vantaggio però non basta alle Biancoazzurre, che restano in attacco grazie anche ad una pressione ultra-offensiva alla quale il Cortefranca non riesce a porre rimedio. All’8’ è di nuovo angolo: come prima batte Brambilla, e come prima Piazza anticipa tutte e di testa deposita in fondo al sacco. Seconda esultanza di giornata e terza in campionato per la 20 friulana, oggi con la fascia di capitano al braccio. Soprattutto, è un uno-due micidiale che rende subito ripidissima la strada delle ospiti, mai sconfitte nel 2022 e oggi alla ricerca della sesta vittoria consecutiva.

Per le ragazze di casa, in vantaggio e in controllo, l’unico rischio sono i cali di concentrazione. Da uno di questi origina la prima occasione lombarda: Muraro attacca Kiamou e poi apparecchia centralmente per Asperti, che ha tempo e spazio per prendere la mira ma calcia in bocca ad Alessia Piazza. Dieci minuti dopo, altro tiro della 11 ospite sul rinvio corto di Venturini: c’è deviazione e la palla finisce in angolo. Passano pochi minuti e Muraro mette un cross tagliato sul primo palo per Picchi, che si allunga cercando la deviazione sottomisura, senza successo. L’Academy capisce che il tempo di rifiatare deve volgere al termine. Scollinata la mezz’ora, Kuenrath entra in palleggio nell’area avversaria, con stile, ma non riesce a recapitare la sfera alle compagne: attenta Meleddu in uscita bassa. Dall’altra parte, Asperti cerca i centimetri di Picchi, che di testa direziona verso lo specchio ma senza dare forza. Ben più pericolosa la centravanti lombarda quando, dopo un rapido contropiede, assiste Asperti con un rasoterra velenosissimo sul secondo palo: la compagna è in ritardo per una frazione di secondo e la retroguardia di casa si salva.

Nella ripresa le novità sono solo sul fronte ospite: dentro Vivirito per Freddi. La nuova entrata mette tutta la propria elettricità al servizio dell’arrembaggio del Cortefranca, che però produce poco o nulla fino a metà frazione: lì, la stessa Vivirito prova a piazzare il mancino sul secondo palo, spaventando l’estremo di casa che però può tirare un sospiro di sollievo osservando la conclusione spegnersi di una spanna a lato.Intanto, Alain Conte ha già dovuto giocarsi due cambi per infortunio: fuori Fusar Poli e Jansen, dentro Alborghetti e Papaleo. Baldini viene spostata in avanti al posto dell’olandese, già chiamata a fare le veci di Barbieri, una delle tante indisponibili di questo periodo. Kuenrath invece si abbassa al fianco di Brambilla. Ma è una gara in cui il tema tattico è marginale: conta lo spirito, e di quello le Titane danno un saggio esemplare. Dopo le sfuriate ospiti, ben controllate dalla retroguardia, la San Marino Academy contrattacca sull’asse Alborghetti-Kuenrath: bello lo scambio a liberare l’altoatesina, che calcia dal limite imprimendo direzione ma poca potenza. Il Cortefranca non rinuncia al suo tema offensivo e al 27’ costruisce la più nitida palla gol: Vivirito, una delle migliori, calibra alla perfezione il lancio per Picchi, che scappa alle spalle della difesa e si presenta sola davanti ad Alessia Piazza, monumentale nell’uscita. Nicoletta Mazza si affida ad altre forze fresche: dentro in successione Scarpellini, Martani, Brevi e Zanetti, mentre Conte è costretto al terzo cambio forzato quando Alborghetti, che già aveva stretto i denti dopo un fastidio, si ferma. Entrano Nozzi e Cecchini, quest’ultima per una sfinita Massa. Proprio la stanchezza aveva tradito quest’ultima, pochi istanti prima, quando si era trovata sola in area su servizio di Papaleo: la 10 ligure aveva perso l’attimo favorendo il recupero profondissimo di Muraro. L’assedio finale del Cortefranca e il maxi-recupero (6’) non riservano brutte sorprese alle Titane, di nuovo in grado di esultare – e con merito – e di riprendere il discorso interrotto quattro gare prima.

Serie B Femminile, 2021-22 | 22. Giornata, San Marino Academy – Cortefranca 2-0

 SAN MARINO ACADEMY [4-3-1-2]

Piazza; Marrone, Kiamou, Venturini, M. Piazza; Fusar Poli (dal 50’ Alborghetti (dall’88’ Nozzi), Brambilla; Kuenrath, Baldini, Massa (dall’88’ Cecchini), Jansen (dal 67’ Papaleo) A disposizione: Montanari, Prinzivalli Allenatore: Alain Conte

CORTEFRANCA [4-3-3]

Meleddu; Vavassori (dal 76’ Martani), Valtulini (dal 76’ Brevi), Lacchini, Redolfi (dall’84’ Zanetti); Valesi (dal 70’ Scarpellini), Kiem, Freddi (dal 46’ Vivirito); Asperti, Picchi, Muraro A disposizione: Limardi, Gervasi, Belotti, Giudici Allenatore: Nicoletta Mazza

Arbitro: Paolo Grieco di Ascoli Piceno

Assistenti: Daljit Singh di Macerata, Simone Mino di La Spezia

Ammoniti: Jansen, Zanetti

Marcatori: 5’ e 8’ M. Piazza

Credit Photo: ©SMAcademy

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.