Il Como ha deciso di regalare alla penultima giornata una partita da batticuore e mandare tutto all’aria ad un passo dal traguardo. Le ragazze di mister Cincotta, che ieri complice il pari esterno della Fimauto Valpolicella, avevano la chance di chiudere definitivamente i giochi, ma contro la Bocconi non vanno oltre il 2-2 acciuffato in Zona Cesarini o meglio in Zona Brambilla.
La gara entra nel vivo nella ripresa con il doppio vantaggio della troupe di mister Gervaso Luca che si portano sul 2-0 grazie alla doppietta di Vai, le lariane non ci stanno e rientrano in gara al 77’ con Fusetti, mentre a sei dal termine è Brambilla a trovare il gol del pareggio. Il Como, che dall’inferno sale in purgatorio, resta in vetta a +2 dalla Fimauto Valpolicella che viene fermata 0-0 dal Real Meda. Domenica negli ultimi 90’ si deciderà chi salirà in massima serie. Il Como farà visita all’Azalee, mentre le scaligere affronteranno tra le mura amiche il Caprera.
Quest’ultima ,che ha ottenuto la salvezza prima di scendere in campo contro l’Inter,  ha salutato il pubblico amico con una bella prestazione ma non con la vittoria. Perché le nerazzurre rimontano il gol iniziale di Manno vincendo 3-1 con le reti di Bonfantini, Abati e Regazzoli.
Come detto pocanzi la formazione di patron Cau raggiunge la salvezza prima di  scendere in campo poiché il Villacidro nell’anticipo viene sconfitto 8-1 dall’Azalee. Mattatrice dell’incontro Ferrario che ne mette sette nel sacco e una sola rete per Crestan, per le sarde non basta la rete del momentaneo 2-1 di Saiu.
Al Caprera al Villacidro si unisce anche l’Oristano che viene sconfitto  3-0 dal Mozzecane che si impone con Piovani, Cutarelli e Cavallini. Chiude la giornata il pari pirotecnico tra Milan Ladies e Orobica. Quest’ultima apre le danze al 10’ con la rete di Zamboni, al 25’ le rossonere trovano il pari cn Barbuiani, sul finire del primo tempo le ospiti ritornano in vantaggio con Merli.  Nella ripresa per le rossonere si scatena bomber Coppola che ne fa due ma in pieno recupero (94’9 è ancora Merli ad andare a segno e portare il risultato sul definitivo 3-3.