Con l’undicesima giornata di Serie B andata in archivio, scopriamo insieme la Top 11 di questo turno.

MODULO: 4-2-4

PORTIERE

Matilde Copetti (Ravenna)
Se le ravennati sono rimaste a giocare ad armi pari con il Como, il merito va a questa ragazza, che a suon di parate strozza numerosi urli in gola alle calciatrici lariane. Avrà ceduto soltanto al gol di Cama, ma Matilde ha mostrato di essere un portiere importante per mister Recenti.

DIFENSORI

Marta Vergani (Como)
A Marta gli saranno tremati i polsi nel rivedere di nuovo il Ravenna, la sua ex squadra. Ma ora gioca nel Como, e ha lasciato da parte le emozioni e il suo passato con la maglia giallorossa: dalle sue mani infatti parte l’azione che si concluderà con il gol-vittoria di Cama.

Federica Parsani (Brescia)
Per Federica un compito non facile: sostituire l’infortunata Denise Brevi. La sua esperienza è dalla sua parte, entrando in campo come solo lei sa fare. E alla fine è stata promossa a pieni voti.

Michela Franco (Como)
In difesa offre poco al Ravenna, e addirittura si concede il lusso di andare in attacco: per poco non segna la rete dell’1-0 comasco, ma Copetti gli strozza in gola l’urlo del gol.

Cristiana Casarotto (Cittadella)
Cristina fa parte del gruppo delle padovane da tre anni, dimostrando di essere un punto di riferimento per la difesa granata, e in particolare lo ha fatto domenica contro il Cesena, tenendo “tranquillo” l’attacco cesenate.

CENTROCAMPISTE

Laura Ghisi (Brescia)
La sua fantastica conclusione che s’infila sotto l’incrocio dei pali difesi da Viterbo dà il via alla grande rimonta del Brescia sul Pontedera.

Giorgia Tudisco (Pomigliano)
Seconda presenza consecutiva per la centrocampista del Pomigliano nella nostra Top 11 di giornata, e un motivo c’è: il suo destro che finisce all’angolino di Nardi regala alle pantere un’insperata, ma meritata, vittoria.

ATTACCANTI

Luana Merli (Brescia)
L’attaccante classe ’87 colpisce ancora al momento giusto, segnando contro il Pontedera la sua seconda doppietta stagionale. Sono reti pesanti quelle realizzate da Luana, perché il Brescia sale al terzo posto.

Martina Pizzolato (Cittadella)
Martina ha 16 anni, e contro il Cesena coach Nicoli decide di metterla in campo. La giovanissima attaccante decide di restituire la fiducia dando al Cittadella la rete della vittoria. Battesimo di fuoco.

Alice Cama (Como)
Entra in campo e segna il suo primo gol stagionale che permette al Como di battere il Ravenna e di mantenere la leadership della B. Ad Alice meglio di così non poteva andare..

Romina Pinna (Pomigliano)
Romina ha davanti l’Orobica, la sua ex squadra, ma anche lei lascia da parte le emozioni. Quando il Pomigliano è sotto di un gol, decide di entrare in scena al momento di attaccare: prima si procura il rigore e lo realizza dal dischetto, poi serve a Tudisco la palla che vale la vittoria pomiglianese. Lo “Squalo” ha colpito ancora.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.