Seconda giornata di Serie B andata in archivio, e sono arrivati risultati sorprendenti.

Il primo è senz’altro quello del Cittadella, che ferma sul pari una Lazio che, dopo la goleada al Pontedera, è rimasta forse un po’ troppo sulle nuvole, ma forse meglio così, perché per la A bisogna passare da questi risultati. Per le granata potrebbe essere l’anno buono per provare a centrare qualcosina in più.

Il secondo è senz’altro quello del Pomigliano, che va a vincere sul campo di un Cesena che deve fare fare accurate riflessioni, in modo da ripartire immediatamente. Le campane potevano piazzare sei punti in due partite, ma anche quattro non sono male. Soprattutto in chiave salvezza.

Il terzo, ma non per ordine di importanza, è il clamoroso colpo esterno che il Vicenza ha piazzato in casa dell’Orobica: punti importanti per le biancorosse che di certo non sono qui in B a fare la comparsa, cosa che invece rischiano di farlo le rossoblù che hanno una rosa molto importante, e due sconfitte di certo non vanno bene.

Ritorna a ruggire il Brescia Calcio Femminile che, dopo il pari apatico col Vicenza, graffia come solo la Leonessa sa fare, divorandosi per 2-0 un Perugia che ha fatto comunque bene, arrendendosi solo alla fine della partita, quando Ronca ha chiuso i giochi. Se da una parte le grifoncelle possono sperare, si può dire invece che il Brescia dovrebbe ben andare ben oltre ad una semplice salvezza, perché la rosa conosce molto bene la categoria. E anche la Serie A…

Se al Ravenna abbiamo tessato le lodi sette giorni fa, questa volta non possiamo dire che non è stato così. Certo ha avuto davanti un Chievo arrabbiato, visto quello che ha passato sette giorni fa, ma di certo la qualità che le giocatrici di Recenti possiede doveva andare molto di più di un semplice punto. Per le clivensi potrebbe essere un punto di ripartenza, per centrare immediatamente la permanenza in cadetteria.

Chi ha approfittato di tutto questo è il Como che, nonostante abbia ancora in sospeso la decisione del Giudice Sportivo, annienta senza pietà una Roma CF che ha fatto il possibile per rimanere in partita contro le biancazzurre, ma poi alla fine hanno preso il largo, rifilando una sonora cinquina. Possiamo ora dirlo: per la massima serie ci sono anche loro.

Chiudiamo con il Pontedera che viene sconfitto dal Tavagnacco per 2-1: peccato per le toscane, perché erano passate in vantaggio, ma poi le friulane, che hanno molta esperienza rispetto alle ragazze di Ulivieri, hanno saputo ritrovare il bandolo della matassa, e prendersi tre punti molto importanti. Vedremo se sarà il vero punto di partenza per le gialloblù chiamate a provare a tornare in A.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.