Credit Photo: Tavagnacco

Prosegue a ritmi molto intensi il calciomercato del Tavagnacco: la società gialloblù sta rinnovando e rivoluzionando la rosa sotto l’occhio vigile di mister Recenti. Dopo l’arrivo di Gloria Magni e Marica Liccosono state ufficializzati due nuovi innesti: si tratta di Belen Taborda e Benedetta Maroni. Le due calciatrici hanno militato nell’ultima stagione rispettivamente nel Como e nel Brescia ed entrambe hanno lottato per la promozione in Serie A.

La giocatrice argentina, reduce da un infortunio all’anca, ha raccontato la sua ultima esperienza e si è presentata così ai suoi nuovi tifosi: “E’ stata una esperienza ambivalente quella di Como. Bella perché la squadra ha vinto il campionato, brutta perché fin dal primo allenamento ho avuto la sfortuna di incappare in questo guaio fisico. Le mie compagne si sono meritate la promozione, è stato bello vederle festeggiare, peccato non aver potuto dare il contributo che volevo. Il mio idolo è Javier Zanetti. Sono un terzino destro, all’occorrenza posso fare anche il difensore centrale. Penso di avere la giusta grinta, mi piace calciare in porta dalla distanza, spero che in maglia gialloblù mi vada bene più di qualche conclusione”.

Benedetta Maroni, terzino destro che predilige la difesa a quattro, è cresciuta nelle giovanili dell’Inter, poi ha giocato un anno nella Roma prima dell’esperienza a Brescia: “La mancata promozione con le rondinelle è una ferita ancora aperta. Abbiamo sbagliato un paio di partite, ci sono mancate forse un po’ di cattiveria e di furbizia nel finale. Vengo da una stagione poco positiva, nel senso che non ho trovato molto spazio. Il campionato è sempre più competitivo, sono fiduciosa, spero che potremo fare una bella stagione. Devo migliorare a livello tattico, ma ho una buona resistenza”.

Chiara Frate, attualmente iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica e Culturale, coltiva la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Attualmente è redattrice di SportdelSud, un giornale sportivo innovativo di partecipazione popolare che le ha offerto l'opportunità di mettersi alla guida di un progetto imprenditoriale nel settore della comunicazione. Conosce l'inglese, il francese, lo spagnolo e sta imparando anche il portoghese. Sempre pronta a schierarsi a favore della parità di genere, il riscatto delle donne e l’impegno costante e instancabile verso un nuovo approccio culturale anche dal punto di vista sportivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here