Credit: Ternana

Dopo sei successi consecutivi, la Ternana Femminile cede ad un pareggio contro il Genoa Women al Nazario Gambino. È la solita Spyridonidou ad aprire la gara al minuto 20 del secondo tempo, ma dopo un quarto d’ora Tortarolo pareggia i conti.

Fabio Melillo, allenatore delle rossoverdi, ha rilasciato delle dichiarazioni al termine della gara. Di seguito, le sue parole:

“La prestazione c’è stata, anche se in alcune fasi potevamo mettere più cattiveria. Abbiamo creato occasioni contro una squadra organizzata e che ha lavorato sempre “sottopalla”. Le ragazze hanno cercato sempre la vittoria. Abbiamo subito solo il gol su angolo e un tiro da fuori facile per Ghioc, quindi del risultato non si può essere soddisfatti. Peraltro, la scorsa settimana, il Cesena aveva vinto a Genova ma le rossoblù avevano fallito due occasioni clamorose per un pari che avrebbero meritato, noi invece abbiamo avuto sorte opposta”.

Il tecnico ha poi aggiunto: “Se è stata la gara che mi aspettavo? Più o meno l’avevamo preparata sui concetti espressi in campo, purtroppo loro hanno giocato per il punto e, stavolta, sono state premiate. Certo fin dal primo tempo ci sono state continue perdite di tempo, con la compiacenza arbitrale che ha recuperato solo due minuti nel primo e due nel secondo, cosa che sa di provocazione. Sinceramente da uomo di sport queste cose lasciano l’amaro in bocca”.

Sulla stagione della Ternana Femminile

“Fare un campionato così finora, vista la qualità della B di quest’anno, è davvero soddisfacente. Siamo a tre punti dal primo posto, con il miglior attacco e la migliore realizzatrice del torneo (Spyridonidou, ndr.), segno che abbiamo uno spartito e delle idee di gioco precise. Quindi sì, ci avrei messo la firma ad inizio anno. Ora abbiamo la sosta e poi tre gare difficilissime per chiudere il girone di andata cercando di rimanere agganciati al treno promozione”. 

Chiara Frate, attualmente iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica e Culturale, coltiva la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Attualmente è redattrice di SportdelSud, un giornale sportivo innovativo di partecipazione popolare che le ha offerto l'opportunità di mettersi alla guida di un progetto imprenditoriale nel settore della comunicazione. Conosce l'inglese, il francese, lo spagnolo e sta imparando anche il portoghese. Sempre pronta a schierarsi a favore della parità di genere, il riscatto delle donne e l’impegno costante e instancabile verso un nuovo approccio culturale anche dal punto di vista sportivo.

1 commento

  1. Eppure Melillo dovrebbe conoscere il calcio… forse, dopo anni di trionfi (con la U19 della Roma) non ha conosciuto l’altra medaglia: quella della sconfitta.

    Brutte dichiarazioni le sue, anche irrispettose della squadra avversaria.

Comments are closed.