Ultima gara stagionale alle porte per il Frosinone, alla sua prima stagione in Serie C. Il team ciociaro, nel gruppo C, ha raggiunto la salvezza senza grossi patemi. Da sei partite a sedersi sulla panchina del Frosinone è mister Francesco Foglietta che abbiamo raggiunto per una breve intervista sull’ultimo periodo:

La mia è stata sicuramente una scelta dovuta e di cuore, da quattro anni, infatti, alleno le ragazze del Frosinone Calcio. Sono partito dall’ under 12 per arrivare all’ under 17.
I risultati raggiunti sono stati veramente soddisfacenti, infatti siamo arrivati allo spareggio per accedere alle fasi nazionali. Ringrazio la società e la dirigenza per aver creduto in me. L’obiettivo è stato raggiunto”.

“Con la prima squadra i sette punti raccolti sono stati il risultato di un grande gruppo che poi è diventato famiglia. Tutti uniti per portare a casa un grande obiettivo.
Le prime partite sono state un pieno di emozioni, raggiungere il pareggio con Chieti ed Independent nei minuti finali ha caricato sempre di più una squadra che aveva bisogno di una svolta e di un cambio di rotta! Quel cambio che è arrivato nella trasferta di Cosenza dove tutti insieme abbiamo portato i 3 punti a casa. Quello che mi preme sottolineare, è che la squadra ha sempre lavorato con grande impegno, passione ed umiltà. Elementi fondamentali per raggiungere l’obiettivo salvezza”.

“Nell’ultima gara con il Grifone la squadra veniva da un’importante partita con il Cosenza, eravamo un po’ scarichi, devo ammetterlo. Abbiamo affrontato una squadra che ci ha permesso di fare un possesso palla per la maggior parte della gara cercando di creare occasioni da gol sfruttando la loro linea difensiva abbastanza alta.
Il pareggio ci sta un po’ stretto però tutto sommato un risultato giusto per entrambe le compagini. L’ultima partita è quella che viene da sempre definita “dell’addio“ o “dell’arrivederci“. Affronteremo una squadra importante come il Trastevere che ha conquistato meritatamente il secondo posto. Si tratterà di una partita molto carica di emozioni, siamo pronti ad affrontarla a viso aperto, come sempre del resto, senza alcun timore della squadra avversaria. Sono certo, sarà, una bellissima partita”.

“Devo dire che questa categoria, quella della serie C, per me è stata veramente una grande ed entusiasmante scoperta. Il livello è molto alto, le squadre sono ben equilibrate. Le partite  sono molto partecipate e questo ci permette di “caricare“ ancora di più le nostre ragazze. Il tifo nella partita di Cosenza è stato veramente calorosissimo.
Posso dire quindi che il mio giudizio è più che positivo, le squadre sono molto organizzate ed è un campionato dove la salvezza non è semplice da raggiungere”.

“Eravamo sicuri di raggiungere la salvezza. Lo eravamo soprattutto per la forza e per la preparazione tecnica delle ragazze. Il bilancio è sicuramente positivo avendo una squadra molto giovane in grado di fare leva anche tra le ragazze del settore giovanile. Personalmente, penso, che il calcio femminile debba indirizzarsi verso la formazione delle giovani ragazze nelle varie società professionistiche. Devo dire che ciò che abbiamo fatto in questa stagione, per me è stato molto impegnativo ma allo stesso tempo ricco di numerose soddisfazioni. Ci auguriamo, quindi, una crescita del Frosinone calcio femminile che al momento conta più di 100 tesserati”.