Domenica scorsa le ragazze del Bologna  sono scese sul campo “O. Cosulich” di Monfalcone (GO) per incontrare la formazione della Triestina, in occasione della tredicesima giornata del campionato di Serie C, Girone B. Per le nostre portacolori si è trattata della prima gara del 2022, dopo un mese di sosta tra festività natalizie e gara rinviata per Covid-19.

Prima di questa gara le alabarde vantavano tre punti di vantaggio, questa era l’occasione per capitan Bassi e compagne di cercare la vittoria per raggiungere le “mule” triestine.
Come ormai sta succedendo in tutti i campi di gioco era l’infermeria a decidere le formazioni da schierare. Le padroni di casa della Triestina dovevano fare a meno della coppia di attaccanti Del Stabile, Paoletti mentre ritornavano a disposizione del mister Melissano il portiere Bonassi e il centrocampista Tortolo. Il Bologna si presentava privo di un poker di ragazze: Giuliani, Marcanti, Perugini, Sciarrone, mentre riabbracciava dopo un lunghissimo stop la sua attaccante Alessia Minelli.

La gara vedeva partire meglio il Bologna, al 5° una triangolazione Zanetti – Stagni – Zanetti mandava quest’ultima al tiro senza esito positivo. Seguiva un contrasto su Rambaldi, in area alabarda, ma l’arbitro Albano non ravvisava nessun provvedimento. All’undicesimo un liscio della coppia difensiva rossoblu Simone-Cavazza permetteva a Michela Zanetti di impossessarsi della sfera e, dal limite dell’area, faceva partire un tiro in diagonale che la Bassi parava in tuffo. Il Bologna, 18°, rispondeva con Racioppo anticipata in uscita da Bonassi e nel capovolgimento dell’azione era Michela Zanetti ad anticipare il nostro portiere in uscita con un pallonetto ma il pallone terminava sul fondo. Un minuto dopo ancora Michela Zanetti, forse partita in fuori gioco, sfiorava il vantaggio per i suoi colori con un rasoterra che usciva a lato del palo per pochi centimetri. A forza di provarci ecco che la Triestina, al 24°, passava in vantaggio. A trequarti campo Silvia Blarzino rubava palla a Sofia Del Governatore e, dopo una rapida discesa sulla sinistra e, mediante un assist al bacio, forniva a Michela Zanetti un pallone che era solo da deporre nella rete difesa da Enrica Bassi. Triestina 1 Bologna 0.

A cinque minuti dall’intervallo il Bologna rischiava di raggiungere al pareggio. Era la bolognese Sara Zanetti, su punizione, a lambire il palo della porta locale con pallone velenoso che, dopo aver tagliato tutta l’area senza che alcuno lo toccasse, uscire sul fondo.

Gli ultimi minuti vedevano protagonista la Bassi che prima anticipava in uscita la Flaiban, poi con una plastica parata diceva no al tiro del possibile raddoppio da parte della Blarzino.

Iniziava la ripresa e, dopo alcuni minuti di studio, riprendevano le ostilità. Al 51° il difensore alabardo Nemaz effettuava una discesa e giunta in area bolognese, peccando di altruismo, anziché calciare a rete cercava una compagna non trovandola. Pronta reazione del Bologna con un lancio in profondità per Mery Kalaja che serviva Elena Simone, che prontamente offriva al centro dell’area un invitante pallone a Sara Zanetti, brava a smarcarsi e tirare di sinistro a colpo sicuro, l’estremo difensore Alice Bonassi era bravissima a respingerlo, salvando il vantaggio.

Dopo l’ennesimo tiro della Michela Zanetti con ennesima parata della Bassi il Bologna guadagnava campo mettendo in difficoltà il reparto difensivo della Triestina.
Le girls di Galasso collezionavano una serie di occasione per raggiungere il pareggio senza purtroppo centrarlo. Al 56° Sara Zanetti batteva una punizione nei pressi della bandierina del calcio d’angolo, la sfera arrivava a Serena Racioppo, sul secondo palo, che tirava prontamente ma il pallone terminava alto sulla traversa. Sei minuti dopo, da venticinque metri, Sara Zanetti batteva una punizione che colpiva la parte superiore della traversa. Altra azione petroniana e tiro di Giulia Arcamone, da fuori area, che veniva respinto in calcio d’angolo con la Bonassi sempre attenta.

Era la volta della Triestina attaccare, nel giro di sessanta secondi, si procurava due occasioni gol per poter raddoppiare. Al 65° era Federica Tortolo con un forte tiro impegnare in una grande parata Enrica Bassi, sulla cui respinta si avventava Michela Zanetti, a pochi metri dalla porta, calciando un tiro secco che veniva respinto prontamente da Elena Simone salvando il risultato. Un minuto seguente ancora un miracolo di Bassi su tiro di Federica Tortolo.

Gli ultimi due sussulti della gara venivano portati dalle bolognesi prima con un tiro da fuori area da parte di Giulia Arcamone che uscita alta di poco; poi con uno scambio Racioppo, Rambaldi con quest’ultima che serviva Alessia Minelli il cui tiro veniva prontamente parato da Bonassi.

Da questo momento la Triestina cominciò a difendere il risultato portando in porto una bella affermazione, centrano la sesta vittoria consecutiva e rafforzando il sesto posto in classifica. A seguito di questo risultato ed alla vittoria della Jesina sull’Iseras, il Bologna scende al’ottavo posto in classifica.

Al termine della gara mister Michelangelo Galasso ha rilasciato queste dichiarazioni:
“Contro la Triestina l’impegno e la volontà non sono mancate in una prestazione che ha risentito inevitabilmente del periodo storico che siamo vivendo, dove fare sport è veramente complicato. A tre partite dal giro di boa le ragazze sono concentrate a dare continuità nella crescita tecnica che necessariamente passa dalla vittoria. Alle ragazze chiedo sempre più consapevolezza e autodeterminazione nel divenire atlete in senso compiuto”.

TRIESTINA-BOLOGNA 1-0
Rete: 24’ Michela Zanetti.

TRIESTINA: Bonassi, Virgili, Alberti, Zanetti M., Tortolo (93’ Gaspardis), Blarzino (90’ Olivo), Tic, Flaiban, Nemaz, Benoist, Bortolin. – All. Melissano (Lupidi in panchina).

BOLOGNA: Bassi, Cavazza (87’ Sovrani), Simone, Rambaldi, Racioppo, Zanetti S., Stagni (46’ Kalaja), Benozzo (72’ Minelli), Hassanaine, Arcamone (81’ Filippini), Del Governatore (61’ Giuliano). – All. Galasso.
Arbitro: Davide Albano di Venezia

Credit Photo: Schicchi per il Bologna F.C.

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.