Nel pomeriggio di domenica 24 aprile, le rossoblù di mister Oneto hanno espugnato l’Astorre Tanca di La Spezia battendo 1-0 le aquilotte. Rispetto alla sfida d’andata, in cui le grifoncine avevano rifilato alle avversarie uno schiacciante 4-1, quest’ultimo derby è stato decisamente più equilibrato e combattuto. Ciò dimostra l’importante crescita delle spezzine nel corso del campionato, capaci di ritornare in corsa dopo una prima metà di stagione al di sotto delle aspettative.

Senza ombra di dubbio, le calciatrici arrivate durante la sessione invernale di calciomercato hanno avuto un ruolo importante nel rilancio di questa rosa dalle enormi potenzialità. Il cuore e la voglia di vincere, però, non sono bastate a superare un Genoa Women a cui vanno attribuiti gli onori di una stagione a dir poco incredibile. Salvo alcuni piccoli e naturali incidenti di percorso, il Grifone ha infatti finora dimostrato continuità e condizione fisica invidiabili. Un risultato reso ancor più sorprendente data la giovanissima età della maggior parte delle calciatrici rossoblù.

Nel match di domenica scorsa, le ragazze di mister Oneto hanno quindi conquistato tre punti fondamentali grazie a Michela Pigati. La talentuosa centrocampista classe 2002 ha infatti sfornato un cross insidioso che, grazie ad una leggera deviazione, si è insaccato alle spalle del portiere avversario . Il vantaggio rossoblù, arrivato dopo i primi trenta minuti di gioco, non ha però abbattuto il morale delle spezzine che, a più riprese, hanno sfiorato il pareggio. Il match è stato dunque caratterizzato da numerosi ribaltamenti di fronte, con le genoane vicine al raddoppio con Giorgia Bettalli e Giulia Parodi.

Grande merito va attribuito anche alla solida fase difensive delle spezzine che, con un pizzico di sana fortuna, è riuscita a disinnescare numerose occasioni create dal temibile bomber rossoblù e dalle sue compagne. Nonostante la buona prestazione delle aquilotte, l’encomiabile capacità delle grifoncine nella gestione di un vantaggio tanto sottile ha impedito un’eventuale rimonta delle avversarie, decidendo così un derby degno di essere chiamato tale.

Grazie ai tre punti conquistati al Tanca, il Genoa Women vola al terzo posto in classifica, ad un solo punto di distanza dal Pinerolo. Le piemontesi, attualmente seconde, hanno infatti subito uno schiacciante 5-1 dal Pavia Academy, perdendo ulteriormente il proprio vantaggio sulle inseguitrici. Occhio però anche alle pavesi, quarte insieme a Orobica e Azalee Solbiatese a 47 punti, solamente uno in meno rispetto alle rossoblù.

Il prossimo incontro delle grifoncine sarà il match casalingo di domenica primo maggio contro il Real Meda, partita che le ragazze di mister Oneto dovranno cercare di vincere a tutti i costi per arrivare al meglio alle successive super-sfide contro l’Arezzo capolista e lo stesso Pinerolo. Discorso diverso per lo Spezia, scivolato al nono posto in classifica a soli cinque punti dalla zona playoff. Per le aquilotte sarà dunque fondamentale battere sia il Perugia, contro cui giocherà domenica prossima, sia il Pontedera nel recupero di mercoledì 4 maggio, cercando così di recuperare punti cruciali per la corsa salvezza.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.