Dopo il 3-0 della scorsa settimana contro il Caprera, le ragazze di mister Oneto mietono un’altra vittima sul loro cammino. A fare le spese dello straordinario periodo di forma delle rossoblù sono state infatti le toscane della Pistoiese femminile, surclassate 6-1 dalle liguri in un match praticamente a senso unico. Il merito di aprire le danze spetta, ancora una volta, all’immancabile Giulia Tortarolo, avventatasi con freddezza chirurgica sulla respinta dell’estremo difensore avversario in seguito ad una gran conclusione di Lucrezia Rossi.

Il raddoppio arriva poi dal delizioso esterno di Giulia Parodi sull’assist al bacio fornitole dell’autrice della rete del vantaggio. La grande sintonia tra l’attaccante classe 2002 e la compagna di reparto mostra appieno l’efficacia del mix vincente che la società rossoblù e l’allenatore sono riusciti a creare quest’anno, affiancando sapientemente giocatrici esperte e funzionali alle leve più giovani. Grazie anche all’incredibile supporto della Tortarolo, il talentuoso bomber di Bolzaneto sta infatti riuscendo ad esprimersi al meglio in ogni partita, trascinando la squadra a suon di goal.

Le genoane sembrano non volersi accontentarsi del risultato e, a pochi minuti dalla fine del primo tempo, Giorgia Betalli insacca la rete del 3-0, chiudendo virtualmente una partita a dir poco perfetta. Degna di nota anche la grande prestazione del portiere rossoblù, Matilde Macera, autrice di un importante intervento sull’occasione capitata a Gangi al settimo minuto di gioco. Di ritorno in campo dopo l’intervallo, la formazione ospite cerca e trova il modo per accorciare le distanze: Chiara Tinelli sfrutta al meglio una verticalizzazione e fulmina l’estremo difensore avversario con una diagonale micidiale.

Come già dimostrato in altre occasioni, però, il Genoa Women reagisce con estrema calma e maturità, ritrovando subito la concentrazione ed evitando di concedere troppo spazio al ritrovato entusiasmo delle avversarie. Questo atteggiamento vincente permette dunque alle grifoncine di mettere a segno il goal del 4-1 al 22′ grazie ad una splendida azione firmata da Giulia Parodi. Nonostante il match sia ormai definitivamente chiuso, la luminosa stella rossoblù non sembra ancora sazia e, appena un quarto d’ora più tardi, insacca la rete del 5-1 realizzando una strepitosa tripletta.

Il colpo di grazia alle toscane arriva infine dai piedi di Alice Campora che, dopo essere entrata dalla panchina al posto di Rossi, batte ancora una volta lo sventurato portiere avversario in zona Cesarini. La vittoria casalinga di sabato 26 marzo ha permesso al Genoa di blindare il quarto posto in classifica a 42 punti, a -1 dall’Orobica Calcio e a -3 dal Pinerolo. L’Arezzo capolista a 51 è certamente ancora troppo lontano per poter pensare ad un clamoroso sorpasso, ma continuando su questa strada le genoane potranno provare a ridurre il gap e a togliersi alcune importanti soddisfazioni.

Il prossimo incontro sarà la trasferta di domenica 3 aprile contro l’Azalee Solbiatese, mentre le dirette concorrenti dell’Orobica saranno impegnate in una super sfida contro l’Arezzo. Occhio anche al match tra Pinerolo e Pistoiese che potrebbe favorire, in caso di un’inaspettata vittoria delle toscane, la scalata delle rossoblù. Pur tenendo d’occhio le rivali, le guerriere di mister Oneto dovranno ovviamente concentrarsi principalmente sulle avversarie di giornata, cercando di replicare le ultime grandi prestazioni per conquistare altri punti cruciali in questa entusiasmante volata finale.

Credit Photo: Genoa Cricket and Football Club

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.