Partita di ritorno e tanta voglia di riscatto per le ragazze della Pistoiese in questo pomeriggio piemontese: infatti, le Orsette hanno affrontato una trasferta che le ha portate ad Ivrea per sfidare una squadra con la quale hanno in comune soltanto il colore arancione della maglietta (Pistoiese quest’oggi in campo con un completo bianco).

Al verdissimo campo sportivo Giacomo Gaglione di Bollengo, se i colori sociali le accomunano, ben differente è la posizione in classifica e la sconfitta delle ospiti non è che la conferma. Castello e Carnevale contro Piazza Duomo e Giostra dell’Orso, almeno sul campo da gioco, Ivrea contro Pistoiese.

Le Orsette, lo scorso 28 novembre, si erano unite con le ragazze piemontesi nel segno della solidarietà contro la violenza sulle donne: i fedelissimi lettori arancioni ben ricordano il match di andata in cui le calciatrici erano scese in campo con un tocco di rosso sulla guancia.

Ma alla bellezza del lottare insieme per una giusta causa, si era ben presto sostituita, nei cuori arancioni, l’amarezza per la sconfitta in un’altra lotta, quella per la salvezza: Orsette battute in casa per 1-3, a nulla era valso il gol di Sitri a fronte dei tre firmati Montecucco. Quest’ultima vanta il maggior numero di reti, 22, fra le giocatrici della propria squadra e seconda è Gennari, con un totale di 5 realizzazioni: loro sono le avversarie più minacciose e da tener d’occhio. Di contro, una Pistoiese ancora acciaccata e priva di 7 titolari fra cui Cisneros, malata, e la capitana Valoriani, assente per un imprevisto; ma Cotrer e Ghiglione recuperate sollevano l’umore.

Pronti via, la Pistoiese parte carica, ma prende quasi subito la scossa con Gennari che, al 15’, segna la rete del vantaggio. La seconda migliore marcatrice avversaria, nonostante sia posizionata lateralmente, inizia a correre, guadagna campo e, a tu per tu con Schiavone, va a segno beffando il portiere della squadra ospite e portando in vantaggio il team piemontese. Le giovani pistoiesi non si perdono d’animo e si difendono, senza però creare azioni particolarmente pericolose nel corso di un primo tempo che si conclude sull’uno a zero.

La seconda frazione di gioco vede quattro cambi operati dal tecnico dell’Ivrea per rafforzare una squadra sottotono e, di contro, un netto cambio di atteggiamento da parte delle toscane che nella ripresa non giocano solo in difesa, ma osano per cercare il pareggio, in modo da prendersi quel riscatto che tanto desiderano. La Pistoiese crea alcune situazioni in area avversaria, ma non abbastanza significative da risultare incisive e decisive per l’esito della partita. Il triplice fischio segna il termine del match e sancisce un 1-0 che brucia.

La situazione non è buona per le Orsette che rimangono ancorate nei fondali della classifica con 14 punti, gli stessi del Perugia che, come la Pistoiese, ha perso oggi contro Azalee Solbiatese.

CF Pistoiese (4-2-3-1): Schiavone; Puddu, Gangi, Franchi, Viggiano; Nigro, Diamanti; Sitri, Maroso, Dimaggio (36′ Cotrer); Tinelli. All. Roberto Mirri
Independiente Ivrea: Mognol; Angela, Faudella (42′ Sterrantino), Trabucco, G. Dreon, Ambrosi, Gonnet (14′ Baudin), M. Dreon(27′ Demargherita), Gennari (29′ Ancona), Montecucco, Giachetto. All. Massimo Pairotto
Reti: 15′ Gennari (I)
Ammonite: Viggiano.