Ciao Martina, purtroppo dopo la sconfitta nella prima uscita di Coppa Italia in quel di Riccione, sarete subito costrette a vincere domenica prossima in casa contro la Spal, altrimenti a differenza dello scorso anno potreste essere eliminate già al secondo turno di questo mini raggruppamento.
“Sì, speriamo, come ha dichiarato anche mister Galasso, di poter concentrarci maggiormente in allenamento a completare la nostra rosa e cercare di fare acquisire a tutte i meccanismi del nostro gioco, non c’è dubbio che la partita di domenica sarà importantissima, quella con il Riccione è stata la nostra prima uscita ufficiale in una competizione e abbiamo magari pagato il poco minutaggio nelle gambe e allo stesso tempo qualche errore individuale di troppo e, purtroppo, abbiamo perso il primo dei tre derby che in questo campionato ci vedrà scontrarci con la riccionesi. Peccato, ma da una parte, visto che stiamo ancora definendo la formazione della prossima stagione, penso che una sconfitta a fine estate ci possa stare. Ora, testa e cuore, subito alla prossima che giocheremo in casa davanti al pubblico amico, e cioè l’altro derby con le ragazze della Spal che in precedenza hanno battuto per 2-1, proprio il Riccione, nel turno in cui noi riposavamo”. 

Lo scorso anno sempre in Coppa Italia avete già battuto la Spal in casa a Granarolo, che ricordi hai?
“Era una gara in notturna proprio prima che ci fermassero per il Covid-19 ed è stata una gran bella vittoria, poi da un anno all’altro non so dirti esattamente quanto hanno cambiato, dunque noi dobbiamo essere brave a interpretare e proporre prima di tutto il nostro calcio, poi si vedrà”. 

Come si sta delineando la nuova squadra?
“Come sempre, in questo periodo dell’anno abbiamo dato grande importanza alla preparazione fisica, e un progressivo risveglio muscolare, poi siamo passati alla parte con la palla e alle tattiche di gioco. Ovvio che in questo momento il mister sta facendo le sue scelte, visto che a differenza dello scorso anno ci sono state delle partenze ma anche degli arrivi, e dunque abbiamo avuto anche tante ragazze in prova, di cui due elementi molto validi dovrebbero rimanere quasi sicuramente, per gli altri deciderà ovviamente il mister e lo staff tecnico, comunque come sempre stiamo tutte dando il massimo per farci trovare al meglio all’inizio di questa nuova stagione”. 

Questa estate anche tu sei stata cercata per andare a giocare fuori Bologna, vero?
“Sì, mi ha cercato la Lucchese, dove poi è andata Gaia Mastel, e alla fine sono rimasta qui al Bologna Football Club, anche se non nascondo che avere delle offerte fa sempre molto piacere, perché vuol dire che la scorsa stagione ho fatto bene”. 

L’importanza del gruppo è sempre stato il vostro punto di forza, anche quest’anno potrete contare su questa forza?
“Penso proprio di sì, anche perché la base del nucleo storico su cui è cresciuta nel tempo questa squadra, da tre anni è sempre la stessa, stiamo molto bene tutte assieme, sia le ragazze un po’ più grandi che la maggior parte di noi, che siamo cresciute e arrivate da quella che un tempo era la primavera. Ora dobbiamo essere brave noi a fare sentire le nuove arrivate come a casa e a dare loro il benvenuto. Ma non penso che questo mancherà, dunque sì, crediamo ancora tanto nella voglia di questo meraviglioso gruppo che lo scorso anno ci ha fatto dare e ottenere una super stagione al di là di ogni previsione”. 

Finalmente tornate a giocare a Granarolo, con la possibilità di avere il pubblico amico sulle gradinate….
“Sarà davvero bello, le gare con il pubblico hanno tutte un altro sapore, inoltre il tifo ti da sempre una spinta in più!”. 

Credit Photo: Schicchi – Bologna F.C.

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.