Photo Credit: Elia Soregaroli - Calcio Femminile Italiano

Il Lumezzane ha concluso la stagione battendo 9-0 il Livorno nell’ultima giornata del Girone A di Serie C, sebbene le lumezzanesi avessero già conquistato la promozione in Serie B nel match vinto contro l’Orobica che sarà l’avversaria delle rossoblù nella semifinale di Coppa Italia prevista domenica alle 15:30 al Rossaghe del comune valgobbino.
Ma tornando al campionato vinto, il Lume ha ottenuto 80 punti, vinto 26 gare, segnato 107 gol e subiti 17, ma soprattutto ha ottenuto la miglior differenza reti in una stagione per una squadra di Serie C con 90 marcature di scarto. Il merito va alla società che ha costruito la squadra, ma anche a metterla in campo e vincere, ovvero Nicoletta Mazza che siede sulla panchina rossoblù per il secondo anno di fila.
La nostra Redazione ha raggiunto Nicoletta per risponderci ad alcune domande.

Nicoletta, il Lumezzane aveva sulla carta cammino non semplice, ma alla fine è arrivata la vittoria del campionato e la promozione in Serie B.
«Se pensiamo a ventisei risultati positivi e steccare quattro partite nell’arco di un campionato, possiamo dire che è stato un grande risultato. Diciamo che abbiamo avuto un avversario veramente ostico come l’Orobica che ha fatto un cammino importantissimo, dandoci del filo da torcere veramente fino all’ultimo».

Quando hai capito che la Serie B sarebbe arrivata da un momento all’altro?
«Probabilmente nella partita di Coppa con il Venezia (vinta ai rigori, ndr), dove abbiamo capito saremmo diventate davvero una squadra quadrata e di grande livello e, passata quella settimana, lì ho iniziato a avere una sensazione diversa e che poi mi ha dato ragione».

Parliamo della partita vinta domenica contro il Livorno dove la squadra, sportivamente parlando, ha vendicato l’1-1 dell’andata battendolo col risultato di 9-0…
«Nelle ultime due giornate abbiamo fatto giocare tutte le giocatrici e sono stracontenta di questa cosa, perché abbiamo dimostrato di avere un gruppo di grande livello. La cosa della quale sono più felice in assoluto è che abbiamo fatto il record della Serie C per quel che riguarda la differenza reti».

Però la stagione non è finita perché c’è la semifinale di Coppa contro l’Orobica.
«Loro sono forti e ci ha messo sempre in difficoltà. Stiamo già lavorando da una settimana su questa gara. Mi aspetto una partita infuocata, ma allo stesso tempo cercheremo di fare del buon calcio e questo ci consentirà di avere qualche chance in più».

Tra le squadre che hai affrontato il campionato, qual è quella che ti ha colpito più di tutto?
«L’Orobica senza dubbio, per intensità e capacità di correre sempre».

Cosa vuoi dire alle tue ragazze dopo la vittoria del campionato e in vista della partita di Coppa con l’Orobica?
«Vorrei dire a loro che siamo state veramente grandi e che abbiamo la possibilità di fare qualcosa che resterà nella storia ed è giusto provare a prenderci anche la Coppa».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia la FC Lumezzane e Nicoletta Mazza per la disponibilità.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here