Un’ottima Orobica per 90′ minuti poi una disattenzione che punisce a dismisura la squadra bergamasca.
Avviene tutto negli ultimi minuti di partita dopo l’espulsione per somma di ammonizioni di Capitan Poeta e a seguito di momenti confusi e concitati con uno Spezia rivitalizzato dalla superiorità numerica.
Per la cronaca, prima dell’1-0 le ospiti sprecano 4 punizioni dal limite dell’area procurate dagli inserimenti incessanti che hanno portato a molte occasioni da rete ben poco sfruttate.
Foti, De Vecchis, Valtorta, De Biase, Lazzari, Visani e Casini sono vere e proprie spine nei fianchi per la difesa spezzina che fino all’uscita di Magni non imbastisce alcuna azione pericolosa.
I tiri a rete e le conclusioni delle rossoblu sono però imprecise o troppo poco incisive nonostante la mole di attacchi portati in area avversaria.
Dal canto loro Madaschi, Salvi e Nardi giocano una gara sopra le righe annullando completamente gli attacchi delle liguri.
Una gara dominata termina con zero punti acquisiti lasciando l’amaro in bocca alle Bergamo Sharks ma quanto visto oggi è di certo un ottimo auspicio per un campionato che si annuncia molto avvincente.
Prossima gara in casa con la Ternana reduce da una sconfitta con l’Indipendente Ivrea.
Photo Credit: Facebook Orobica Calcio Bergamo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here