55 punti e quarta posizione: da lì le biancocelesti di mister Bragantini non si muovono, ma la sconfitta del match di domenica contro il Trento pesa, sia perchè la squadra arriva da una buona prestazione precedente (vedi partita con il Vis Civitanova), sia perchè si tratta di una differenza di reti alquanto microscopica (risultato di 2 a 3). Nel secondo tempo le romagnole tentano di reagire dimostrando di essere in partita e trovando due reti con Edoci e Monetini, fatale, però, il primo tempo durante il quale le avversarie si portano in vantaggio grazie a 3 goal, aggiudicandosi il pallone della partita.
Il dispiacere del ct del Riccione in queste parole: “Occorre fare i complimenti alle nostre avversarie per la vittoria ottenuta, avendo dimostrato di essere una squadra di livello che potrà lottare per la promozione con il Vicenza fino all’ultima giornata; da parte nostra, pur considerando le straordinarie parate del loro portiere, resta il rammarico per aver regalato il primo tempo ed esserci svegliate troppo tardi, che ci serva da lezione per i prossimi incontri”. Nel prossimo turno si giocherà il ritorno in trasferta.

Nata a Cagliari, del '97. Perito industriale capotecnico, insegnante tecnico pratica di chimica con il calcio e la pallavolo nel cuore fin da quando ero bambina. Tra un esperimento e l'altro non mi perdo una partita (di genere maschile o femminile che sia): con le ragazze della nazionale femminile ho imparato ad apprezzare ancora di più questo sport. Quella del canto e della chitarra sono altre passioni che porto con me ormai dall'età di 11 anni.