Seguire la stagione del Genoa Women non è cosa adatta ai deboli di cuore. Le ragazze di mister Oneto stanno infatti dimostrando, di partita in partita, cosa vuol dire intensità, duro lavoro e divertimento in campo. Per una squadra dalla forte identità genovese che, seppur rinforzata da innesti d’esperienza come l’imprescindibile Giulia Tortarolo, è comunque formata da molte giocatrici giovanissime, risultati così importanti sono tutt’altro che scontati.

La vittoria di domenica 20 marzo contro il Caprera, segnata da una strepitosa tripletta (attribuendole il goal piuttosto che considerarlo un autogol delle avversarie) di Giulia Parodi, ha infatti permesso alle genoane di continuare a scalare la classifica. Attualmente quarte a 39 punti in 20 partite, a -1 dall’Orobica e a -4 dal Pinerolo, le rossoblu possono dunque sognare un prestigiosissimo secondo posto.

Chiudere la stagione sul podio, considerando soprattutto l’incredibile innalzamento del livello tecnico della Serie C rispetto al passato, sarebbe sicuramente un traguardo storico che renderebbe il Genoa Women una delle formazioni favorite del prossimo campionato. Grande merito di questi successi va doverosamente attribuito alla società, sempre attenta alle esigenze delle ragazze, a ciascuna delle guerriere rossoblu e a mister Oneto, capace di infondere passione e amore per il calcio all’intero gruppo squadra.

È infatti risaputo quanto questo sport sia fatto da emozioni, piuttosto che da “semplici” schemi e previsioni a tavolino, motivo per cui è giusto riconoscere ad allenatore e staff  il merito di aver insegnato alle proprie giocatrici come trasmettere emozioni attraverso ogni singola giocata. Il prossimo impegno del Genoa Women sarà la sfida casalinga di sabato 26 marzo contro la Pistoiese. Le toscane, reduci da un 2-0 rifilato al Real Meda, hanno bisogno di punti per allontanarsi dalla zona playout e saranno dunque avversarie ostiche che le genovesi non dovranno sottovalutare.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.