Le aquilotte non si fermano più! Dopo la strepitosa vittoria della scorsa settimana contro il Pavia Academy, le spezzine battono anche il Real Meda in rimonta nel primo pomeriggio di domenica 6 marzo. Match subito in discesa per le padroni di casa, in vantaggio dopo appena 6 minuti di gioco grazie al delizioso colpo sotto di Beatrice Antoniazzi. La numero nove brianzola, pescata da un grande passaggio di Greta Podda, insacca alle spalle di Ruotolo. Lo Spezia accusa il colpo ma prova immediatamente a reagire, trovando però l’opposizione di una squadra ben organizzata e pericolosa nelle ripartenze.

Il primo tempo termina dunque sul punteggio di 1-0 per il Real Meda, ma la formazione ospite è pronta a ribaltare l’andamento del match nel corso della seconda frazione di gioco. Dopo circa nove minuti dell’inizio della ripresa, infatti, le aquilotte sfiorano il pareggio dalla distanza. Il primo episodio chiave arriva poi appena un giro di orologio più tardi, con l’arbitro che concede allo Spezia un calcio di rigore. Dal dischetto, però, Ginevra Lo Vecchio non riesce a trovare lo specchio della porta, graziando così le avversarie.

La numero 10 non ci sta e, al 12′ del secondo tempo, centra in pieno la traversa con un gran destro dal limite dell’area. Brivido per le lombarde che, nel giro di pochi minuti, rischiano nuovamente di subire goal. La rete del pareggio, però, è nell’aria e, quando il cronometro segna 13’28”, Carlotta Buono danza sul pallone, manda al bar l’intera difesa avversaria ed insacca un insidiosissimo tiro rasoterra. Le fasi successive della partita sono molto confuse, con entrambe le compagini alla ricerca del vantaggio.

Alla fine, lo Spezia si dimostra più caparbio e cinico del Real Meda e, al minuto 33, l’implacabile Carlotta Buono serve un assist al bacio per Petrova che, con un gran sinistro ad incrociare, batte Ripamonti. Il match termina infine 2-1 per le liguri che, grazie ai tre punti fondamentali conquistati sul campo delle brianzole, consolida l’ottavo posto in classifica.

La crescita esponenziale nelle ultime due partite dimostra, ora più che mai, quanto lontano può arrivare questo straordinario gruppo di guerriere. Per farlo, ovviamente, servirà tanta costanza e concentrazione fino alla fine del campionato. Nulla di impossibile, però, per uno Spezia femminile che ha già affrontato e superato alla grande sfide ben più grandi!

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.