Per questa rubrica di avvicinamento alla Supercoppa Italiana oggi vi riportiamo le parole di Greta Adami. La centrocampista toscana del Milan che in questa prima parte della stagione ha fatto davvero tanto bene in maglia rossonera, dopo aver vissuto un decennio importante e ricco di successi con la maglia dalla Fiorentina, dove ha vestito anche la fascia di capitano, ma che ora si sta dando anima e corpo alla causa rossonera, alla sua maniera con poche parole, pochi fronzoli e tantissima qualità in cabina di regia delle rossonere.

Ecco cosa ha dichiarato recentemente al sito della Federazione Italiana Gioco Calcio Femminile: “Sono arrivata al Milan con uno stimolo molto forte, e proprio grazie a quello che ogni sabato o domenica quando scendo in campo do tutta me stessa, con grande voglia. Del mio ruolo di centrocampista mi piace il fatto che sei sempre in movimento, sia che sei in attacco che poi nell’azione dopo in difesa, l’importante per me è aiutare le compagne e la squadra, così mi libero di tutto quello che ho dentro. A Milano sto davvero bene, l’unica cosa che mi manca veramente è il mare, infatti ogni volta che torno a Viareggio la prima cosa che faccio è prendere il mio cane e andare a fare in ogni stagione una passeggiata in riva al mare”

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.