Il Ravenna Women è uno tra i trenta club Nazionali che ha aderito al progetto della Figc, in collaborazione con l’ Uefa, per sviluppare il progetto Playmakers della Disney.

I referenti dell’iniziativa: Alessandra Ghirardelli, Sandro Bonfiglioli e Massimo Ricci sono stati entusiasmati dalla volontà di queste bambine e sopra tutto della buona affluenza.

Quest’anno la FIGC, attraverso il Settore Giovanile e Scolastico ha  lanciato, anche in Italia, questa realtà già sperimentata all’ estero.

Le attività sono state rivolte alle bambine dai cinque agli otto anni che volevano iniziare il loro percorso nel mondo dello sport e principalmente nel calcio.

Attraverso l’avventura, la narrazione e l’immaginazione e un’idea di allenamento basata sulle storie Disney e sui suoi personaggi più famosi, Playmakers mira e promuove uno stile di vita sano e attivo per appassionare ed entusiasmare le bimbe ed avvicinarle al gioco di squadra.

“Inserendo l’elemento “palla”, in alcune situazioni, si è determinata una riuscita dell’operazione “incredibile”- ci confessa Massimo Ricci-,  le bambine sono state propense a continuare il divertimento che hanno provato in campo con il Playmakers.

In generale il territorio ravennate recepisce in maniera blanda le iniziative, sopra tutto in questo periodo che da noi si pensa solo alla spiaggia️, ma proponendo l’attività in alcuni “camp”, abbiamo incontrato l’entusiasmo delle bambine e attirato la curiosità degli adulti”.

Questa opportunità alle bimbe presenti sui campi di gioco di Ravenna le ha aiutate ad avere uno stile di vita più attivo e sano ed a essere più sicure, stringendo nuove amicizie e acquisendone delle nuove.

Movimento, gioco di squadra ed immaginazione con Playmaker tutto questo è stato possibile!

L’idea è quella di muoversi nel mondo dell’istruzione, con la riapertura del nuovo anno scolastico, sarà uno degli obbiettivi del Ravenna Women e nella speranza che la situazione Covid giunga presto al termine verrà riproposto nelle scuole un progetto di questo tipo.

E ci auguriamo che il progetto, nel prossimo futuro, possa essere di nuovo impulso a tutto il movimento femminile.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.