France Football ha rilasciato l’elenco delle 20 candidate al Pallone d’Oro, si tratterà della seconda edizione al femminile dell’ambito premio.
Tra le pretendenti alla vittoria non poteva mancare Ada Hegerberg, passaporto norvegese, stella dell’Olympique Lione e vincitrice dell’edizione 2018.
Ad osservare la lista balza subito all’occhio un dato, dal momento che sono ben 6 le calciatrici candidate al premio che militano nell’ Olympique Lione. Non è un caso: la squadra è da anni ai vertici del campionato francese (alla pari del Paris Saint- Germain) e della UEFA Champion’s League.

Ecco la lista completa delle altre 19 candidate:

Megan Rapinoe, attaccante della nazionale USA e giocatrice dei Reign FC;
Sam Kerr, stella della nazionale australiana e giocatrice dei Chicago Red Stars;
Ellen White, inglese e attaccante del Manchester City;
Alex Morgan, pilastro della nazionale USA e attaccante per l’Orlando Pride;
Nilla Fischer, passaporto svedese e centrocampista del Linkopings;
Amadine Henry, francese e centrocampista dell’Olympique Lione;
Marta, leggenda del Brasile e attaccante dell’Orlando Pride;
Dzsenifer Marozsan, centrocampista tedesca che gioca nell’Olympique Lione;
Pernille Harder, centrocampista danese che milita tra le fila del Wolfsburg;
Sarah Bouhaddi, portiere francese dell’Olympique Lione;
Lucy Bronze, difensore inglese e dell’Olympique Lione;
Vivianne Miedema, olandese e attaccante dell’Arsenal;
Kosovare Asllani, attaccante svedese che gioca nel CD Tacon;
Sofia Jakobsson, svedese e milita nel CD Tacon;
Rose Lavelle, centrocampista americana che gioca nei Washinton Spirit;
Wendie Renard, difensore francese dell’Olympique Lione;
Sara Van Veenendaal, portiere olandese che gioca nell’Atletico Madrid;
Tobin Heath, attaccante americana che milita nel Portland Thorns;
Lieke Martens, attaccante olandese del Barcellona.

Credit Photo: FIFA

Avatar
Nasce a Fiorenzuola d’Arda il 1 marzo del 1995. Appassionata del mondo Juve dalla nascita, solo recentemente si è avvicinata all’universo del calcio femminile ma ne è rimasta folgorata. Crede fermamente che sia una realtà ancora poco conosciuta in Italia, ma in rapidissima espansione, ed è entusiasta di far parte del progetto che sta permettendo questa crescita. È laureata in Storia ed è ora impegnata in una magistrale in Scienze Storiche.