Ad una settimana dall’eurogol di Melania Martinovic contro la Fiorentina, vale la pena rileggere il commento di mister Cincotta pubblicato sul suo profilo Instagram. Per descrivere le rete, premiata come migliore marcatura della settimana, il tecnico lombardo ha utilizzato due parole estremamente efficaci ed esaustive: “figata pazzesca”.

L’allenatore ha poi continuato sottolineando, con la sua immensa umiltà, l’importanza di saper talvolta lasciare l’iniziativa alle proprie giocatrici: “Ho imparato per prova ed errori. Perchè nessuno nasce imparato, come si suol dire. Non devi sempre essere il proprietario, l’inventore, quello che insegna, attribuendoti morbosamente i meriti delle cose belle, anche magari in maniera velata”.

In questo goal splendido, ad esempio io ho fatto una cosa buona e giusta: ho lasciato fare. Bello zitto e passivo”, ha poi continuato il tecnico blucerchiato, “altrimenti, magari, cosa avrei osato suggerire? Un cross, uno stop, un duello… robe ordinarie. E invece è uscita fuori una roba pazzesca, straordinaria”.

Quasi con l’orgoglio di un padre che segue la propria figlia dagli spalti, il mister della Samp ha successivamente continuato questa sua grande lezione di calcio e di vita: “Pochissimi al mondo potrebbero insegnare un goal così, e di certo non io. Il talento ed i colpi spesso necessitano solo di tre cose: serenità, opportunità e di quel pizzico di provvidenza (perché non vale che quando perdi sei sfortunato e quando vinci sei il migliore. A volte vinci con fortuna e magari perdi perché capita)”.

Il post si è poi concluso con immancabili parole di stima nei confronti di tutte le giocatrici allenate e conosciute nelle ultime stagioni: “E in questi anni immerso tra tante campionesse, proprio loro mi hanno insegnato, un gesto dopo l’altro, che spesso la soluzione sta nel lasciar fare… L’umiltà e l’equilibrio le alleni nel vortice, prendi e dai”.

FONTEInstagram
Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.