Stade de Reims vs Lione 0-3: Nikita Parris (L, 9’), Darya Kravets (AG, SDR, 45’), Janica Cayman (L, 47’)
Non si smentiscono le ragazze di Vasseur che vincono ancora con un grande scarto. Lo Stade de Reims non riesce ad imporsi nella partita ed entra in campo in completa balia delle campionesse d’Europa. Pronti via e subito vantaggio per il Lione: Nikita Parris torna dopo l’espulsione rimediata in semifinale di UWCL e segna il primo goal. Prima di tornare negli spogliatoi, Kravets, difensore della squadra di casa, mette in rete il pallone con un colpo di testa fortuito. Le squadre tornano in campo ed il copione non cambia. Dopo due minuti dalla ripresa, Janice Cayman infilza l’estremo difensore avversario e segna il goal del definitivo 0-3. Dopo 10 minuti, Le Sommer viene atterrata in area: è rigore. Majri si presenta sul dischetto ma la manda alle stelle.

Montpellier vs Guingamp 2-0: Anouk Dekker (M, 34’), Dominika Škorvánková (M, 36’)
Prima vittoria per il Montpellier che porta a casa i tre punti con una prestazione convincente. Il Guingamp non trova la sua quadra e non mette mai in discussione la superiorità delle avversarie. Passano in vantaggio le padrone di casa grazie ad uno schema ben strutturato da calcio d’angolo finalizzato da Anouk Dekker. Vantaggio subito raddoppiato con la rete di Škorvánková che mette in cassaforte i tre punti.

Le Havre vs Fleury 1-3: Deja Davis (LH, 19’), Marina Makanza (F, 20’), Julia Spetsmark (F, 72’), Dominika Grabowska (F, 90’)
La vittoria roboante della scorsa settimana aveva illuso il vero tasso tecnico della squadra. Il Le Havre schianta contro il muro di esperienza del Fleury. Nonostante ciò, è la squadra di casa a passare in vantaggio con il centrale Davis che la mette dentro sugli sviluppi di un corner. Scarto che dura poco a causa della rete arrivata direttamente dal calcio d’inizio dopo il goal. Le Garrec brucia tutti in velocità, la mette in mezzo e Makanza non lascia scampo alla squadra avversaria. Dopo un palo preso al quarto d’ora del secondo tempo, Spetsmark fa partire un cross che attraversa tutta l’area ed entra in porta. Il match si chiude con il terzo goal ospite della polacca Grabowska che sfrutta un retropassaggio completamente sbagliato della difesa avversaria.

Dijon vs Issy 3-1: Batcheba Louis (I,21’), Sh’nia Gordan (D, 42’), Rose Lavaud (D, 53’) , Solène Barbance (D, 89’)
Non un gran inizio di stagione per l’Issy che perde anche nella seconda uscita stagionale. Dijon che non poteva sprecare questa occasione e che l’ha sfruttata dimostrando grande solidità. Per tutta la prima frazione di gioco sono le padroni di casa ad attaccare. Ma è la neopromossa a passare in vantaggio finalizzando una veloce ripartenza con Batcheba Louis. Nel finale di primo tempo, una disattenzione difensiva avversaria permette a Gordan di mettere in rete il goal del pareggio. Dopo la ripresa, Lavaud porta sul 2-1 le sue compagne. La partita sembra destinata a quest’ultimo risultato, ma prima del triplice fischio c’è ancora il tempo per Barbance di segnare la rete finale.

Paris FC vs Soyaux 2-0:                 Clara Matéo (P, 33’), Sophie Vaysse (P, 52’)
Il Paris per riscattarsi, il Soyaux per confermarsi: questi gli obiettivi delle due formazioni scese in campo. Nonostante l’infortunio di Clerac uscita in barella, le ospiti sembrano averne di più. Ma è il Paris ad ottenere un rigore: Sow cade in area su un brutto intervento di Couturier. Il tiro di Thiney però  viene respinto dal portiere avversario. Dopo pochi minuti, Matéo viene lasciata sola in piena area e non fallisce il colpo. La partita si chiude grazie a Vaysse che sfrutta la marcatura ancora una volta troppo permissiva.

Bordeaux vs Paris Saint Germain 0-0
Grandissima partita due formazioni sulla carta concorrenti per un posto in UWCL. A differenza di quanto si possa pensare con il risultato, il match ha offerto un bello spettacolo. La gara si infiamma subito con il tocco di mano in area da parte del difensore delle Girondins Bilbault. La capocannoniere dello scorso campionato Marie Antoinette Katoto si occupa della battuta ma il portiere avversario intuisce l’angolo e neutralizza il tiro. Il Bordeaux ha dimostrato grande capacità di sacrificio reggendo bene gli attacchi insistenti delle parigine. Anna Moorhouse, difensore dei pali della squadra di casa, ha disputato una sfida fenomenale abbattendo il reparto offensivo del PSG.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here