Ultima giornata di campionato prima della sosta per le partite internazionali, il copione però non cambia. Ennesima goleada del Lione nella sedicesima giornata, la difesa del Montpellier regge solo un giro d’orologio. Al primo minuto infatti l’OL passa in vantaggio con il gol di Amandine Henry, dilaga poi nella ripresa con le reti di Majri, la doppietta di Nikita Parris e il gol nel recupero di Marozsan. Larga vittoria anche per il PSG: 4 a 1 contro il Guingamp e resta in scia con il Lione, in questo momento primo con tre punti di vantaggio e in attesa dello scontro diretto (in programma il 14 marzo).

Nello scontro salvezza tra Metz e Dijion ha la meglio quest’ultimo, con il Metz che è ancora a caccia della prima vittoria stagionale. Al vantaggio del Dijion al 6minuto ha risposto subito il Metz, il risultato è poi rimasto fermo sull’1 a 1 fino al gol partita di Lavaud all’86esimo minuto. Il Dijion sale così a 14 punti e insidia il Reims e il Soyaux, rispettivamente a 15 e 16 punti.

Reims che guadagna un punto nella sfida contro il Paris FC, punteggio fermo sullo 0 a 0 che di fatto accontenta entrambe le squadre. Il Soyaux invece esce con le ossa rotte dalla sfida contro il Bordeaux. Un 4 a 0 senza storie che consolida il terzo posto solitario della squadra.

Partita combattuta quella tra Marsiglia e Fleury 91. È il Fleury a passare in vantaggio al sedicesimo, pochi minuti dopo raddoppia e si attesta sul 2 a 0. La reazione del Marsiglia non tarda ad arrivare e Salomon riapre la sfida con una rete al 38esimo, è però Haupais del Fleury a calare il tris al 75esimo. Arriva tardi la rete di Salomon allo scadere, doppietta personale per la calciatrice ma la squadra non riesce a mettere fine al suo periodo no.

Olympique Lyonnais
Montpellier: 5-0
GuingampParis Saint Germain: 1-4
FC MetzDijon: 1-2
Paris FCReims: 0-0
SoyauxBordeaux: 0 – 4
Olympique de MarseilleFleury 91: 2-3

Credit Photo: Paris Saint-Germain Feminino

Nasce a Fiorenzuola d’Arda il 1 marzo del 1995. Appassionata del mondo Juve dalla nascita, solo recentemente si è avvicinata all’universo del calcio femminile ma ne è rimasta folgorata. Crede fermamente che sia una realtà ancora poco conosciuta in Italia, ma in rapidissima espansione, ed è entusiasta di far parte del progetto che sta permettendo questa crescita. È laureata in Storia ed è ora impegnata in una magistrale in Scienze Storiche.