Le due squadre sono state le squadre dominanti nella storia di questa competizione, vincendo le ultime sei finali, ma questa è stata la finale del Chelsea che oltre al titolo di Super League femminile ha vinto anche la  FA Cup.

È stata una finale classica che è andata avanti e indietro, con entrambe le squadre che si sono godute periodi di dominio e il Chelsea ha preso il comando per due volte nei tempi regolamentari prima di eliminare finalmente il Manchester City nei tempi supplementari.

Il vincitore dei tempi supplementari è certamente Sam Kerr che ha regalato ai Blues un secondo trofeo in una settimana, Sam aveva annuito sul secondo palo per il primo gol della partita, ma il City ha pareggiato poco prima dell’intervallo con Lauren Hemp.

Il Chelsea  ha riguadagnato il vantaggio grazie al tiro dalla distanza di Erin Cuthbert, ma a rimettere le speranze per il City ci ha pensato Hayley Raso, che ha pareggiato all’89 ‘ed ha impostato altri 30 minuti per decidere il match, così Kerr ha voluto lasciare il segno e scrivere la storia per la sua squadra.

Una finale della Continental League Cup contro il Manchester City con 49.094 tifosi presenti allo stadio di Wembley, che segna un nuovo record per una finale di FA Cup femminile.

Ad una settimana dalla rimonta sul Manchester United per conquistare il titolo WSL,

Emma Hayes ha detto che i suoi giocatori del Chelsea “sarebbero passati alla storia: dopo aver difeso la corona della FA Cup davanti a un pubblico record a Wembley per completare il Double nazionale”.

Questo è il quarto trofeo della FA Cup femminile del club, tutti sotto la guida del boss Hayes. “Sono così felice. Quelle donne passeranno alla storia”, ha aggiunto il tecnico, guarderò indietro tra 10 anni e dirò ‘quel gruppo era immenso’. Sono la squadra migliore che abbia mai allenato. Abbiamo un gruppo di persone che non faranno parte della squadra perdente. Troveranno un modo”.

Emma Hayes è stata commossa per la vittoria a Wembley mentre baciava lo stemma del Chelsea davanti ai fan a tempo pieno ed era raggiante mentre guidava la squadra su per i gradini per raccogliere le medaglie dei vincitori.

In seguito ha mostrato ai media la sua medaglia d’oro, dopo aver trattenuto le lacrime, discutendo dell’eredità del trio in partenza Jonna Andersson, Drew Spence e Ji So-yun  quest’ultima che ha firmato una maglietta per Hayes che ha mostrato durante la conferenza stampa.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.