Il centrocampista Jill Scott, “si unisce al club per il resto della stagione 2021/22 dopo aver trascorso anche la seconda metà della scorsa stagione in prestito all’Everton”, questa la news che appare sul sito istituzionale dell’ Aston Villa.

Scott, 34 anni, ha goduto di una carriera scintillante che include oltre 150 presenze in nazionale maggiore con l’Inghilterra e un titolo WSL con il City nel 2016.

L’esperto giocatore diventa il secondo acquisto del club nella finestra di gennaio, dopo l’arrivo di Anna Patten dall’Arsenal.

Il manager Carla Ward ha dichiarato“Quando abbiamo sentito della disponibilità di Jill è stato un gioco da ragazzi. Avere la possibilità di acquisire uno dei calciatori più decorati d’Inghilterra è un’opportunità che non potevamo rifiutare.

Jill porterà così tanto a questo gruppo, non solo in campo, ma vedo che ha anche un enorme impatto. Abbiamo alcuni giovani talenti estremamente eccitanti in arrivo, quindi per loro imparare da qualcuno della statura di Jill sarà enorme”.

Aston Villa che deve, in questo inizio di campionato, cambiare ritmo: è a quota 13 punti (con quattro vittorie un pareggio e sette sconfitte). Deve pertanto cambiare piglio, se non vuole navigare in cattive acque, e pertanto con questo nuovo innesto il suo tecnico cercherà di portare “nuova linfa al centrocampo”.

Benvenuta all’Aston Villa, Jill!

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.