Lo schiacciante 10-1 del Barcellona contro la Real Sociedad nella finale della Supercoppa spagnola ha aperto un dibattito che non era ancora esistito nel calcio femminile spagnolo: la presenza di stranieri nelle squadre del club; un fatto che, a differenza della categoria maschile, non ha un limite stabilito, anche per l’incorporazione di calciatori extracomunitari. Il responsabile del dibattito è stato il tecnico della Real Sociedad, Gonzalo Arconada, che ha chiesto dopo la sconfitta della sua squadra una riflessione della Royal Spanish Football Federation (RFEF) sia per la differenza di budget sia per la presenza di stranieri nella squadra blaugrana.

“Tutte le squadre sentono che non possono vincere contro questo Barcellona e questo è qualcosa su cui la Liga e la Federazione devono riflettere. Se è così che vogliono promuovere il calcio femminile con  sempre più giocatrici straniere in campo e le giocatrici nazionali in panchina. Ha un budget molto più grande e la Federazione deve riflettere se vogliono che sia così e umili gli altri “, ha detto Arconada. Tuttavia, e forse a causa del suo comprensibile dolore dopo il colpo subito, le sue affermazioni non sono corrette.

Credit Photo: Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here