L’abbiamo vista giocare un Mondiale da protagonista, vincere il Golden Glove, e presto la vedremo lasciare Londra per atterrare a Madrid: di chi stiamo parlando? Dell’olandese Sari van Veenendaal, che giocherà la prossima stagione con l’Atlético de Madrid: continua infatti la campagna acquisti del club campione in carica.

Classe 1990, van Veenendaal iniziò la sua carriera nell’FC Utrecht per poi fare il salto al Twente nel 2010: lì rimase per cinque stagioni. Dal 2015, infatti, giocava nell’Arsenal, che oggi lascia dopo aver conquistato con loro la Women’s Super League.

Così a 29 anni entra a far parte della squadra di José Luiz Sánchez. Qui, per ottenere una maglia da titolare, dovrà affrontare la concorrenza di Lola Gallardo, portiere della selezione spagnola ai Mondiali e che proprio in quell’occasione ha firmato una prestazione eccezionale. Van Veenendaal è arrivata in finale con la selezione dei Paesi Bassi e si è conquistata il titolo di miglior portiere della competizione, con sette partite giocate da titolare e cinque goal subiti, due dei quali nella finale contro gli Stati Uniti.

Ed ecco le parole del nuovo portiere rojiblanco: “Negli ultimi anni l’Atleti ha dimostrato il suo valore nel calcio femminile. A me offre le migliori condizioni per continuare a crescere come portiere: non vedo l’ora di iniziare.

Photo credits: Atlético de Madrid

Classe 1985: troppo presto per veder accolta la sua richiesta di giocare in una squadra di calcio femminile. Così si ritaglia del tempo durante tutti gli intervalli a scuola per tirare due calci al pallone con i suoi compagni maschi. La squadra la troverà ventitré anni dopo e con il numero 6 sulla schiena si occuperà delle retrovie in qualità di difensore centrale. Nel frattempo si laurea in Linguistica Teorica e Applicata, oggi lavora come linguista in una software house. Non dimentica però di voler raccontare a tutti che il sesso non dice quale sport praticherai: decide quindi che il modo migliore è parlarne e sceglie questo progetto come canale privilegiato.