La nazionale di calcio femminile del Marocco è la rappresentativa calcistica femminile internazionale membro della Confédération Africaine de Football (CAF), partecipa a vari tornei di calcio internazionali, come al Campionato mondiale FIFA, alla Coppa delle nazioni africane femminile, ai Giochi olimpici estivi e ai tornei a invito del Marocco, gestita dalla locale federazione calcistica (FRMF).

In base alla classifica emessa dalla FIFA il 9 dicembre 2022, la nazionale femminile occupa il 76º posto del FIFA/Coca-Cola Women’s World Ranking.

Il miglior risultato conseguito è il secondo posto nella Coppa delle nazioni africane 2022, e nonostante abbia partecipato dal 1991 ad oggi alle gare di qualificazioni per partecipare alla competizione non era mai riuscita nell’ impresa: nei Mondiali Australiani segna la sua prima apparizione a livello Mondiale.

Le ragazze che grazie al CT Reynald Pedros, ex calciatore francese allenò prima nell’ Olympique Marsiglia, poi il 20 maggio 2017 è stato nominato allenatore della sezione femminile dell’Olympique Lione, squadra dominatrice della Division 1 Féminine, massima serie del campionato francese di calcio femminile. Con la società lionese ha vinto alla prima stagione il campionato e la UEFA Champions League, ripetendosi nella stagione successiva con il treble campionato-Coppa di Francia-Champions League. Nel 2021 ha avuto il compito di proporre il Marocco femminile quale squadra rivelazione, è al suo primo tentativo ha portato il suo gruppo nell’impresa, ovvero di gareggiare nel suolo dei canguri Australiani e della Nuova Zelanda alla competizione più importante per ogni calciatrice al Mondo.

Le partite che inizieranno il 20 luglio, e termineranno il 20 agosto, vedono l’esordio contro la squadra più difficile: la Germania, il 24 luglio (ore 10.30 di Melbourne).

Successivamente vi sarà il trasferimento a Sydney dove avverranno le sfide contro la Korea (il giorno 30 luglio ore 11.30) e contro la Colombia (a Brisbane alle ore 12.00). Un gruppo molto ostico, come tutti quelli Mondiali, ma che la squadra Marocchina giocherà con onore e compattezza per meglio dimostrare l’alto livello raggiunto in questi anni.

Tra le ragazze più interessanti, oltre la rosa che ha compiuto l’impresa, troviamo Doha El Madani, l’attaccante di soli 17 anni che entrata di diritto nella storia Mondiale U17 e che speriamo trovi spazio nella rosa che apparirà in Australia. Nella sua breve e ricca carriera di attaccante si è già distinta per la rete (su rigore) contro l’ India, vinta dalla suo gruppo per 3 a 0, e per due sfide di livello contro gli USA ed il Brasile. Osservata speciale sarà Ghizlane Chebbak sebbene il Sudafrica abbia superato le padrone di casa nella finale della Coppa d’Africa femminile, nessuna calciatrice delle Banyana Banyana è riuscita a superare Chebbak nella corsa al premio di miglior giocatrice del torneo continentale. L’elegante e atletica attaccante è la capitana e miglior marcatrice di tutti i tempi del Marocco e, a 32 anni, non vede l’ora di mostrare il suo notevole talento sulla scena mondiale.

 

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.