Il FIFA Council si prepara alla decisione finale per scegliere la prossima o le prossime Nazioni che vedranno ospitare la FIFA Women’s World Cup 2023 e la prima edizione dei Mondiali Femminili a 32 squadre.

Le contendenti che hanno inviato le proposte finali sono: Australia/Nuova Zelanda, Colombia e Giappone.
Il Brasile, invece ha ritirato la sua candidatura in data 8 giugno.

La proposta Australia/Nuova Zelanda del 2023 offre una varietà di ottime opzioni in termini di infrastrutture sportive e generali. Sembrerebbe inoltre presentare la proposta più commercialmente favorevole, tenendo conto degli impegni finanziari assunti dai governi di entrambi i paesi per quanto riguarda i costi operativi del torneo. Poiché la prima offerta congiunta (e inter-confederale) per ospitare una Coppa del Mondo femminile FIFATM, offre anche l’opportunità di unità e cooperazione al fine di promuovere lo sviluppo del gioco femminile nella regione Asia-Pacifico, che ospiterebbe il torneo per la prima volta nella storia. Un’offerta congiunta, tuttavia, può anche essere un’impresa più complessa, poiché richiede la gestione di componenti transfrontalieri per la consegna dell’evento.

Il totale di punti raggiunto sulle valutazioni tecniche vede la proposta della Football Federation Australia (FFA) congiunta alla New Zealand Football (NZF) è di 4.1/5.

La proposta in breve
Città ospitanti proposte: 12
N° di stadi proposti: 13
Stadio proposto per l’apertura del torneo: Eden Park, Auckland (NZL)
Stadio proposto per la finale del torneo: Stadium Australia, Sydney (AUS)
Costi: 107.7 milioni USD
Contributi dai governi: 75.7 millioni USD
Date: luglio-agosto
Fuso orario: UTC+8 – UTC+12
Slogan: “AsOne”

I costi ed investimenti sono relativamente alti rispetto alle tradizionali linee guida e precedenti edizioni. Nonostante ciò, vi è la positività di attrarre i mercati Asiatici, importanti sponsorships, vendita di più di 1.5 milioni di biglietti (stima di 41 milioni USD), oltre che la trasmissione delle partite a livello globale.

Le strutture in generale sono già pronte per ospitare eventi, solo alcune necessitano di upgrade relativi alle ultime tecnologie. Inoltre, a livello di trasporti, nonostante l’ampia distanza su cui si svolgerebbe il torneo, le città individuate per ospitare le partite possiedo aeroporti, oltre che la possibilità di utilizzare treni.

La decisione finale verrà presa dal FIFA Council in data 25 giugno 2020.

Credit Photo: https://img.fifa.com/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here