La National Women’s Soccer League ha annunciato che sei giocatrici e quattro membri dello staff dell’Orlando Pride sono risultati positivi per il COVID-19, seppur asintomatici per il momento. Seguendo il protocollo di test positivo NWSL, verrà effettuato un secondo ciclo di test per confermare i risultati iniziali. A causa del numero di test positivi e della tempistica necessaria prima di tornare all’allenamento e alla competizione, Orlando si è ritirato dall’imminente NWSL Challenge Cup.

La salute e la sicurezza delle giocatrici e dello staff sono della massima importanza e la NWSL e l’Orlando Pride stanno facendo tutto il necessario per garantire che le giocatrici e lo staff interessati ricevano le cure adeguate.

“Questo è stato ovviamente un risultato difficile e deludente per le nostre giocatrici, il nostro staff e i nostri fan, tuttavia questa è stata una decisione che è stata presa al fine di proteggere la salute di tutti i soggetti coinvolti nella Challenge Cup”, ha dichiarato Amanda Duffy, EVP di Orlando Pride. “Mentre eravamo tutti entusiasti di vedere il Pride nel 2020 sul campo questo fine settimana, la nostra priorità è ora garantire che le nostre giocatrici e il nostro personale si riprendano in sicurezza e forniscano supporto ovunque e comunque possibile”.

Daryl Osbahr, M.D., medico di squadra di Orlando Pride e capo di medicina dello sport di Orlando Health, ha dichiarato: “Mi congratulo con il Club per la sua diligenza e reazione dopo il test positivo iniziale, nonché per come la sicurezza delle giocatrici e dello staff è stata data la priorità durante questo periodo difficile e incerto. Tuttavia, le linee guida e il processo messi in atto, inclusi i protocolli e le tempistiche importanti per la tracciabilità dei contatti, rendono logisticamente impossibile per il Club partecipare alla Challenge Cup nello Utah”.

Un programma di tornei aggiornato verrà distribuito al più presto per un nuovo torneo a otto squadre.

La NWSL continua a incoraggiare fortemente tutte le giocatricii e il personale a seguire le linee guida CDC e i protocolli NWSL per rimanere sani e sicuri. Si sono verificati test affidabili con ogni club e non si sono verificati altri risultati positivi dei test confermati.

“La salute e la sicurezza delle nostre giocatrici e del personale è la nostra priorità numero uno e i nostri pensieri sono con quelle giocatrici e personale che combattono questa infezione, così come l’intero club di Orlando che sono stati colpiti di conseguenza”, ha dichiarato la Commissaria NWSL Lisa Baird“Siamo ovviamente tutti delusi, ma in questo momento, questa è una situazione per cui ci siamo preparati e ora adegueremo i nostri piani e i nostri programmi per riflettere le circostanze“.

Credit Photo: Pagina Facebook di Orlando Pride

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here